È nato il Comune di Val Liona: si sono fusi Grancona e San Germano dei Berici

Lunedì 6 Febbraio 2017 di Vittorino Bernardi
Referendum per la nascita diVal Liona
GRANCONA/SAN GERMANO DEI BERICI – Dalla fusione dei Comuni di Grancona e San Germano dei Berici è nato domenica sera 5 febbraio la nuova realtà di Val Liona da 3.100 abitanti su una superficie di 28,85 chilometri quadrati. Nei due centri si è svolto ieri il referendum per la fusione: hanno prevalso i sì con percentuali bulgare, anche se a votare si sono recati meno della metà degli aventi diritto.
 
I risultati di Grancona: elettori 1.578, votanti 687 (43,54%), sì 618 (89,96%), no 67 (9,75%), schede bianche 0, schede nulle 2 (0,29%), schede contestate/non assegnate 0.
 
I risultati di San Germano dei Berici: elettori 922, votanti 436 (47,29%), sì 329 (75,46%), no 106 (24,31%), schede bianche 0, schede nulle 1 (0,23%), schede contestate/non assegnate 0.
 
La denominazione di Val Liona è presa dal torrente Liona che scorre tra i due ex Comuni, da ieri uniti. I sindaci Antonio Lazzari di Grancona e Alberto Zanella di San Germano restano in carico fino all’arrivo del commissario prefettizio, atteso per il 1. marzo. In maggio dovrebbero tenersi le elezioni per il consiglio comunale e il primo sindaco di Val Liona.
La fusione produrrà un vantaggio economico al nuovo Comune: contributi straordinari, esenzioni e agevolazioni da vincoli legislativi. I Comuni del Vicentino sono scesi a 120.      © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci