Unesco avverte Venezia: «Risolva
i problemi o non sarà Patrimonio»

Unesco avverte Venezia: «Risolva  i problemi o non sarà Patrimonio»
VENEZIA - Venezia al centro del meeting di Instanbul dell'Unesco: e dalla città sul Bosforo arriva l'ultimatum. La storica perla lagunare rischia di uscire dai siti che costituiscono il patrimonio dell'umanità, e di venire declassata a sito monumentale a rischio, come certi decadenti centri del Medio Oriente. Dall'Unesco arriva una frustata: c'è tempo fino a febbraio 2017, poi scatta la "sanzione". Il richiamo è all'amministrazione della città, al governo centrale, perché arrivino segnali concreti della volontà di risolvere annosi problemi che si trascinano senza soluzione. Tra questi il turismo non controllato, i danni del moto ondoso, la disapora dei residenti del centro storico, il problema grandi navi.

Insomma, la richiesta è di stoppare le iniziative in corso e di elaborare un complesso di interventi capaci di tutelare veramente la città a livello ambientale e monumentale. Italia Nostra suggerisce misure per arginare i turisti fai da te e mordi e fuggi, "salvare" dagli assalti eccessivi i monumenti, regolamentare e limitare la diffusione di appartamenti in affitto, incentivare residenti e proprietari che intendano ristrutturare gli immobili, agevolare i negozi di vicinato e chi intende stabilirsi nella città. Da parte del "gruppo25aprile" che da tempo si batte per una Venezia meno consumata e più vissuta, arriva l'appoggio a queste idee.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Luglio 2016, 18:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Unesco avverte Venezia: «Risolva
i problemi o non sarà Patrimonio»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 42 commenti presenti
2016-07-15 15:11:30
L'UNESCO è ormai un vecchio, patetico inutile carrozzone. Serve solo per garantire laute prebende e viaggi nel mondo ad un manipolo - nemmeno tanto piccolo!!- di privilegiati amici degli amici a carico dei baluba come noi, sfruttati cittadini volonterosi. Vi rendete conto che non serve a niente? Cosa ha protetto negli ultimi decenni? Forse i monumenti distrutti dai Talebani, o le meraviglie di Palmira? Piantiamola con questi monumenti al nulla, questi organismi proliferati all'ombra dell'ONU che servono solo a mantenere se stessi. Ricordiamoci che Venezia ha vissuto secoli e secoli senza l'UNESCO, mentre l'UNESCO, meno anziano di me, non potrebbe sopravvivere senza Venezia e gli altri luoghi ai quali, come la MAFIA, offre protezione (neanche molta....).
2016-07-15 14:39:00
Mi ero riproposta di non commentare più nessuna notizia su Venezia e tutti i suoi mali, perché mi viene la nausea solo a guardarmi intorno. Però mi fa male al cuore, Veneziano da molte generazioni (io sono nata a Vivo a Venezia, non sono né di Spinea, né francese per finta, ne ho fatto i schei con le foto o cantando canzoni....per poi diventare profeta fuori dalla propria patria...) vedere Veniceland (perché questo è diventata Venezia ormai da molti anni, se ne sono accorti anche quelli che col turismo ci vivono affittando camere, appartamenti o servenzo pizze e spritz!!) circondata da incapaci... Dopo che uno sopporta per anni l'acqua alta, i deturpamenti senza ragione e solo per ingrassare le tasche di imprenditori malvagi (blue Moon, Buco del Palazzo del Cinema, Calatrava e per ultimo ma in primis...lo scandalo del Mose), il malgoverno di destra, sinistra e centro. Lo scempio dei trasporti che non funzionano, il turismo indecente, la mafia dei mendicanti, dei portabagagli abusi, delle mascherine che fanno le foto, dei venditori abusivi, delle categorie che comandano Venezia....sopporta l'invasione le biciclette e le barche a vela per compiacere al capo de turno, si vede la città scippata di tutto (uffici, negozi, ospedale, squadre di basket e calcio....), ma con in cambio un trenino che chiamano people mover (e che ci fanno pagare con la tessera Unica), un tram che non voleva e serviva a nessuno (se non agli stessi che da una società all'altra sprecano, deturpano e mangiano sopra...), un sistema di accessi ai mezzi che veramente fa ridere (par no pianser) ai polli (tra imob che non fa verser i cancelli, biglietterie inesistenti e gente che passa sotto i tornelli). Dopo che uno sopporta i gabbiani che devasta i sacchetti e lascia sporco dappertutto perché i cassonetti (loro) rovinano la città, sopporta i scioperi dei netturbini, quei del venare de Actv, si fa una ragione che la categoria dei Vigili a tutelare decoro e ordine pubblico non esiste più, che no trova più un negozio decente a meno che no ti compri maschere, veri, frutta dai bangla e pizza e kebab... Dopo tutto questo (e mancaria ancora tantissimo), el pensa de trovar un signor bravo che ne salva dal disastro (sperando che el fassa come coea Reyer....dalla B2 all'A1...) e invesse ancora na volta, un solito e insignificante bla, bla bla fatto di zero fatti e tante ciaccole. Venezia è morta, Venessiani semo rimasti manco de 20.000 in Centro Storico...no ghe ne fregà niente a nissun. Allora vanno bene i turisti maleducati, le macchine e le bici in giro per la città, lo sporco e gabbiani e pantegane, l'inciviltà e lo scempio...tanto qui tutto è permesso. A Roma dicevano: quello che non hanno fatto i Barbari lo hanno fatto i Barberini, qua se pol dir che quello che ha fatto Napoleone, gli Austriaci, i Vandali, xe niente a confronto de come che ne ga ridotto chi che ne gà governa e che continua imperterrito a distruggere... quel poco che ancora resta della nostra ex meravigliosa e Serenissima città.
2016-07-15 14:04:47
Mik. Hai ragione è aggiungo anche dai sudtroll come l'elise Franciacorta
2016-07-15 09:15:59
I grandi danni sono provocati dai turisti francesi che arrivano in treno e che non hanno un soldo in tasca,altro che le grandi navi,per fortuna abbiamo finalmente un Sindaco attento e capace,al contrario delle vecchie amministrazioni di sinistra e unesco che hanno mal governato Venezia.
2016-07-15 08:57:50
ennesima bufala : l'UNESCO si occupa di promuovere la pace , la cultura e la scienza e il rispetto universale della giustizia . Venezia è unica al mondo e voglio proprio vedere la faccia di quella persona che firmerà l'uscita dall'Unesco per il moto ondoso...Non è l'UNESCO ( poltronificio prettamente politico fondato nel 1945 alla fine della guerra ) a dare prestigio a Venezia, semmai il contrario.