Papa: in troppi sono attaccati a cani e gatti ma ignoriamo sofferenze fratelli

PER APPROFONDIRE: papa
Il Papa: «Prima dei cani e gatti, aiutate i vicini»
«Quante volte vediamo gente tanto attaccata ai gatti e ai cani, e poi lasciano senza aiuto la fame del vicino e della vicina, no no, d'accordo eh?». Lo ha rimarcato il Papa nella udienza giubilare in piazza San Pietro, nella quale ha invitato a «stare attenti a non identificare la pietà con quel pietismo piuttosto diffuso - ha detto - che è solo una emozione superficiale che offende l' altro. La pietà - ha aggiunto - non va confusa con la compassione per gli animali che vivono con noi, accade infatti che a volte si provi verso animali e si rimanga indifferenti di fronte alle sofferenze dei fratelli». La pietà, ha spiegato papa Francesco, «è uno dei sette doni dello Spirito santo che il Signore offre ai discepoli per renderli docili alle ispirazioni divine».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 14 Maggio 2016, 11:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Papa: in troppi sono attaccati a cani e gatti ma ignoriamo sofferenze fratelli
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 99 commenti presenti
2016-05-15 13:42:30
ruzante 2016-05-14 20:19:19... Per completezza...le cito il passaggio di cui discutemmo con l'amica RedFoxy alcuni anni fa...oltre a quello che menziona lei, cioè se si tratta di scegliere se investire tra un cucciolo e un bambino Lei sceglierebbe il cucciolo, ci fu un commento, in quell'articolo, da parte di un utente, di cui non ricordo il nome, che disse, più o meno "non me ne frega niente di un bambino sconosciuto che muore, anzi, se ciò serve a salvare il mio cane va bene"... ecco, questo per me è inaccettabile vado anche oltre, sarebbe da perseguire per legge, poichè una posizione del genere è pericolosa... è la stessa che in qualche modo ha permesso la Shoah...umani trattati peggio di animali da cortile. Vero e concordo totalmente anche per quanto riguarda il caso che citava RedFoxy due settimane fa...un sadico che gode della sofferenza di un animale qualsiasi, che lo uccide per sadismo, è pericoloso anche per l'uomo, e va fermato. Saluti
2016-05-15 13:28:24
Fiocchi 12:05:27- Mi ha risposto, ma siamo su due binari diversi. Il mio è ancorato a terra (terra terra, se preferisce), il suo è per aria. Ciò non toglie che capisco le sue ragioni, se vuole cerchi di capire le mie. Altrimenti ognuno per la sua strada.
2016-05-15 13:24:48
@Fiocchi concludo così... Tu dici che l'animale è in grado di compiere cose terribili per puro istinto mentre voi umani avete l'ausilio della ragione. A me pare tu mi stia dando ragione,perchè hai appena spiegato che laddove l animale compie brutalità lo fa per sua natura e in mancanza del supporto elaborativo di un pensiero che non tiene conto di conseguenze. Mentre gli umani ,pur avendo questa prerogativa,sovente scelgono di non farne uso. Quindi? Cosa mi colpisce di più? Un leone che sopprime i cuccioli del rivale per perpetrare i suoi geni e costringere la femmina ad una nuova riproduzione? O la donna incinta che siccome nonnsa bene se il nascituro sia del marito o dell amante decide di abortirlo per non perdere privilegi? Il primo segue l istinto,una legge non scritta di sopravvivenza della specie,la seconda segue il proprio tornaconto. Mi chiedo se mi rapporto con le persone come con gli animali? No,hai ragione,degli animali mi fido per istinto e rispetto le loro prerogative. Degli umani no mai,non a priori,e se arrivo a fidarmi ci metto tanto di quel tempo da far spavento.Le ragioni di un agire di un animale sono "nobili" sempre e se vogliamo ,conoscendoli,sono preventivabili. Le ragion degli umani sono tante quante le sfaccettature dei loro bisogni. Io un animale feroce lo posso incontrare,ma non sarà mai ipocrita,falso,doppiogiochista. Capisci? Poi certo se un vicino di casa ha bisogno di un favore ci mancherebbe anche che lo rifiutassi ,ma se devo rilassarmi accarezzando e grattando e sbaciucchiando qualcuno preferisco il mio cane. A loro non interessa che tu sia bianco nero giallo rosso uomo donna gay lesbica di successo o nei guai,quando hai un rapporto con loro lo fondano su canali differenti. Tu dici (stringendo) amare un animale è più facile perchè non ti chiede nulla,ti contesto,se sostieni che non chiede nulla significa che non ne hai amato uno perchè il livello di comunicazione che ti offre un animale (empatico profondo e fondato sul dare senza pretendere in cambio) nessun essere umano te lo concede. Pensaci. A presto.
2016-05-15 12:33:27
RedFoxy 2016-05-14 21:00:46 Amica cara, ti rispondo subito. Non cerco di svicolare, dopo arrivo. Il papa ha parlato, ed io sono andato a riascoltarmi il passaggio (se c'è una cosa che non mi è piaciuta è il tono da predica che ha fatto, ma concordo sulla sostanza). Egli cita delle cose precise e non trovo niente di scandaloso in quello che ha detto. Ci sono delle storture chiare e tonde...il papa parla di persone che hanno un trattamento decisamente servile verso un cane e non hanno la benchè la minima emozione di fronte al vicino che soffre, vicino innocente o addirittura un bambino. Sul tuo discorso io non posso che essere d'accordo...io non so come mi comporterei se un tizio toccasse mia figlia... Però è vero che ci sono animali che fanno cose che da un punto di vista umano sono terribili...il leone ad esempio, che sconfigge il capo del branco, uccide tutti i cuccioli per salvaguardare il suo gene... Ma in natura c'è anche di peggio...anche se fa parte dell'istinto, solo che noi non lo comprendiamo perchè vediamo le cose con occhi umani. Ma solo l'uomo,ha la capacità di scelta, e in questa capacità c'è di tutto, dalla bellezza, alla cattiveria, dall'amore disinteressato alla crudeltà, da un gesto assolutamente gratuito (gli animali non ce l'hanno) alla perfidia, al sadismo. Questo secondo me rende sacra la vita umana, anche quella abominevole (un medico cura la persona, non si chiede cosa ha fatto) poi lo processeremo, cosa che non si fa con unaminale... Non penso che tu ti rapporti con le persone come con un animale...c'è una differenza. Io pur non conoscendoti direttamente, pur non conoscendo i tuoi figli, mi spenderei e anche di più....e lo farei con altre persone, c'è un dovere morale... Con un cane sconosciuto, o con un gatto, o una biscia, beh non è un dovere e nonlo vedo come tale... e dimmi che ho ragione carissima, o ti nomino quegli animaletti ad otto zampe :-)))) Ciao e buona domenica carissima
2016-05-15 12:25:51
Gentile signor Binariciuto: lei ha ragione quando dice "simili con simili": per questo sono fiero di non essere simile a lei