Crocetta contro Zaia sui 500 milioni:
«Disinformato, i soldi ci spettano»

Martedì 28 Luglio 2015
Zaia vs Crocetta
96

PALERMO - Scontro di presidenti sui fondi da destinare alle popolazioni colpite dal tornado dell'8 luglio sulla Riviera del Brenta.

Alle parole del governatore del Veneto, Luca Zaia, sui 500 milioni in arrivo a Palermo e i 2 promessi per l'area devastata del Veneziano, il suo omologo della regione autonoma, Rosario Crocetta replica:

«Mi dispiace sinceramente che il governatore Zaia abbia fatto queste dichiarazioni a proposito dei 500 milioni di euro da destinare alla Sicilia per la copertura del bilancio».

La nota di palazzo dei Normanni prosegue: «Probabilmente il fatto che da parte di qualcuno venga rappresentato quasi come un regalo del governo, può avere indotto in errore il governatore. Quei soldi ci spettano per una sentenza della Corte costituzionale, sono soldi dei siciliani che ritornano ai siciliani. Il mio governo non rivendica né elemosine né logiche parassitarie. In due anni e mezzo abbiamo tagliato 3 miliardi di sprechi. Anche sulla sanità Zaia è disinformato: dal 2013 al 2015 è entrata, dopo qualche decennio, all'interno degli standard nazionali e come livello di performance è adesso all'8 posto e non al penultimo come prima».

«Se vogliamo dirla tutta - conclude -, il governatore Zaia deve sapere che la Sicilia continua a pagare la più alta quota di compartecipazione sanitaria d'Italia: il 49% contro il 41% delle altre ragioni, percentuale determinata quando la sanità era in perdita; ora che è in utile, perché persiste questa percentuale? È ora di dire basta ad attacchi precostituiti che non tengono conto dei progressi raggiunti e della pesante situazione ereditata».

Ultimo aggiornamento: 17:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA