Record di violazioni nella ditta cinese:
al titolare maximulta di 90mila euro

Mercoledì 19 Agosto 2015 di Vittorino Bernardi
Ispettori del lavoro a Dueville
1
DUEVILLE – Stangata con sanzione da quasi 90mila euro alla ditta “Lh Meccanica, lavorazione metalli” di via Marzotto 15 da parte del nucleo operativo dell’Ispettorato del Lavoro di Vicenza che in un controllo di routine ha riscontrato nell’azienda con legale rappresentate il cinese He Jie, 45 anni, residente a Dueville, qualcosa come 16 violazioni alla legislazione del lavoro. Che hanno messo da tempo a rischio l’incolumità dei dipendenti nelle fasi della lavorazione aziendale.



Oltre a posizioni irregolari della forza lavoro i funzionari dell’Ispettorato, accompagnati ai carabinieri della locale stazione, tra la cinquantina di dipendenti hanno identificato 12 cinesi, di cui 9 irregolari e 3 al lavoro in nero. Hanno lavorato a fondo gli ispettori, anche per compilare un verbale ricco di punti sanzionatori, alquanto dettagliato: omesso versamento dei contributi a cario dei lavoratori, omessa nomina del Respp, omessa nomina medico competente, omessa sorveglianza sanitaria obbligatoria sui lavoratori, omessa redazione del documenti di valutazione rischi, mancata informazione lavoratori dipendenti, mancata formazione dei lavoratori subordinati, mancata nomina e formazione addetti alla squadra di emergenza, mancato uso segnaletica di sicurezza, omessa valutazione rischio elettrico, omessa valutazione rischio rumore, omessa valutazione rischio chimico, omessa verifica semestrale degli estintori portatili e per avere asportato i sistemi di sicurezza di torni, trapani a colonna e frese.



Dalla lunga serie di inosservanze alla legislazione del lavoro. I funzionari dell’ispettorato hanno elevato sanzioni per 18.800 euro per violazioni penali in materia di sicurezza suo luoghi di lavoro, 15.083,34 per violazioni in materia di lavoro, 12.270 per sanzione dei lavoratori in nero e 43.012,12 per recupero contributi e premi assicurativi. Per l’imprenditore He Jie, sembra solo l’inizio di una serie di altri problemi giudiziari.
Ultimo aggiornamento: 21:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento