Villa di Galan, Baita racconta tutto:
«Fu la Mantovani a pagare»

Villa di Galan, Baita racconta tutto:
​«Fu la Mantovani
a pagare»

di Gianluca Amadori

VENEZIA - La società di costruzioni Mantovani ha pagato i restauri della villa di proprietà dell’allora presidente della Regione, Giancarlo Galan, a Cinto Euganeo «attraverso il conferimento all’ingegner Danilo Turato, di quattro o cinque incarichi diversi», per un ammontare complessivo di circa 600-700mila euro per il corpo principale della villa e 400mila euro per la barchessa.





Inchiesta Mose: i redditi di Galan e Chisso







Lo ha raccontato l’ex presidente della Mantovani, Piergiorgio Baita, e il Tribunale del riesame ritiene vi siano fondati motivi per ritenere che le fatture liquidate all’ingegnere siano superiori al dovuto per una normale parcella professionale e che servissero per nascondere le somme provento di corruzione destinate a Galan, come contestato dalla Procura.









© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 1 Luglio 2014, 10:54






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Villa di Galan, Baita racconta tutto:
«Fu la Mantovani a pagare»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2014-10-09 21:46:48
La Mantovani ha pagato .... .....il rest auro,ma poi,in definitiva chi ha pagato? Come al solito il contribuente.
2014-07-02 11:23:49
cari amici del centro destra, siete proprio mal messi con questi vostri rappresentanti. Ciao enrico.
2014-07-01 23:30:37
Turato è stato sospeso dall\'Ordine degli Architetti Architetto e non Ingegnere
2014-07-01 17:45:45
Egregio Coppertone, la Magistratura avrà almeno 4 o 5 anni di intercettazioni, non solo adesso, io non sono.. ..un alla Procura della Repubblica e non è il mio sfizio mandare lettere anonime, semmai i concussi, cioè la miriade di imprenditori che ci sguazzavano ma a quelli non conveniva affatto; Ti sei chiesto perchè è uscito solo ora tutto il baillame ? non sarà cambiato il contesto e qualcuno deve cominciare a fare vedere che il malaffare si può anche mettere al gabbio, non voglio polemizzare sul fatto che se l\'affaire Mose usciva un mese prima delle elezioni magari il M5S ci avrebbe guadagnato, perchè è un\'ovvietà, diciamo che in Italia è già buono che cominci ad uscire quello che da tangentopoli in poi non si è mai arrestato, anzi è peggiorato, e quelli che ragionano come me e che veono nella Magistratura l\'ultimo baluardo lo avevano sempre evidenziato. Come vedi non ho parlato di politica perchè ci sono dentro tutti da vent\'anni a questa parte, vedremo gli sviluppi di questo nuovo che avanza. saluti
2014-07-01 16:39:54
Siete tutti/e delle malelingue... ...INVIDIOSI !!! Galan è, e sarà, sempre è comunque innocente. Vedi il caso Scajola, tutti contro di lui per la casa al Colosseo, una guerra mediatica senza precedenti, e poi alla fine è stato prosciolto. Ma uno che lavora una vita non può comperarsi una o due case e avere qualche risparmio in banca? Siete solo invidiosi!!! Tutti quanti....