PORDENONE - (ldf) Oltre cento accertamenti. Sono quelli elevati dai funzionari dell'Agenzia

Mercoledì 5 Marzo 2014
PORDENONE - (ldf) Oltre cento accertamenti. Sono quelli elevati dai funzionari dell'Agenzia delle Entrate ad altrettanti medici di medicina generale della provincia di Pordenone. Nel mirino è finito il mancato pagamento Irap per il collaboratore del medico di famiglia, la segretaria o l'infermiera che lo aiutano nel lavoro in ambulatorio. «A nostro avviso - spiega Rosario Magazzù, segretario provinciale della Fimmg - l'Irap non va pagata in regime di convenzione perchè quel dipendente non produce reddito. Questa è la nostra posizione, ma gli accertamenti continuano ad arrivare, così come le contestazioni che sono salate, perchè l'Irap viene conteggiata dal 2008, più si sommano le multe. Abbiamo invitato tutti a fare ricorso, ma la questione rischia di andare per le lunghe». Da qui la richiesta di modificare la legge nazionale. «Il nostro appello - spiega Magazzù - è stato accolto dal deputato del Pd, Giorgio Zanin che ha portato avanti la nostra posizione presentando alla Camera dei Deputati un ordine del giorno sulla delega fiscale sollecitando il Governo a rivedere le norme sugli oneri fiscali relativi alle attività degli studi dei medici di medicina generale».

© riproduzione riservata
Ultimo aggiornamento: 10:06