Riccardo Fogli, chi è Karin Trentini al centro della bufera per il tradimento

Riccardo Fogli, chi è Karin Trentini al centro della bufera per il tradimento
È al centro della bufera delle ultime ore per il presunto tradimento al marito Riccardo Fogli rivelato in diretta da Fabrizio Corona. Ma chi è Karin Trentini, la 40enne moglie del cantante che ora sta volando in Honduras per rispondere alle accuse? Karin, classe 1979 è una modella e ballerina che ha partecipato a diverse trasmissioni televisive. I due, che hanno 31 anni di differenza d'età, si conobbero a un concerto di Fogli quando lei aveva solo 16 anni. 




A portarla a conoscere quello che poi sarebbe diventato suo marito furono i genitori di Karin, grandi fan del cantante. «Ero scocciata, non ci volevo andare, pensavo di annoiarmi. Ma appena colui che immaginavo fosse un personaggio d’altri tempi è salito sul palco mi sono subito ricreduta. Da quel momento, per anni, ho insistito perché mio padre mi accompagnasse ai suoi concerti. Finché, un giorno, ormai adulta, ho incominciato ad andarci da sola».
 
 

Di concerto in concerto, tra i due nacque una conoscenza, poi un'amicizia, fino al fatidico invito a cena, poi una vacanza in Puglia e poi la proposta di matrimonio. Ora i due hanno una figlia, Michelle, e Karin Trentini gestisce il B&b Casa Fogli e ha una sua linea di scometici. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 5 Marzo 2019, 16:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Riccardo Fogli, chi è Karin Trentini al centro della bufera per il tradimento
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-03-07 18:02:08
.....boccuccia a....paperetta.......,per meglio servire.....?
2019-03-06 11:23:39
queste notizie non andrebbero rese pubbliche ma Fogli fa parte di quel mondo dove fa parte anche questo e non si può scegliere quello che fa più comodo. D'altro canto l'ex moglie Viola Valentino ha dichiarato di essere stata lei stessa tradita più volte da lui e che ora è lui a provare lo stesso dispiacere, a volte quel che si semina si raccoglie. Detto ciò fa tutto parte di una TV ormai diventata più spazzatura che intrattenimento