Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il principino George in giacca e cravatta a Wimbledon, il caldo fa un brutto scherzo. Cosa gli è successo

Molti utenti su Twitter hanno notato il disagio, e si sono preoccupati, per il bambino vestito troppo pesante per il gran caldo che sta attraversando il Regno Unito

Martedì 12 Luglio 2022
Il principino George in giacca e cravatta a Wimbledon, il caldo fa un brutto scherzo. Cosa gli è successo

Il principe George sarebbe stato a disagio nel suo abito a Wimbledon durante la partita a causa dell'eccessivo caldo. Il piccolo, che ha partecipato insieme al padre William e alla mamma Kate, era vestito con un abito in giacca e cravatta, decisamente molto pesante per le alte temperature che hanno investito il Regno Unito durante il torneo. In un video del loro arrivo, il principe di otto anni, che indossava giacca e cravatta ha abbracciato il padre e quando William gli ha chiesto se stava bene il piccolo ha risposto sì, dicendo però ai genitori di sentire caldo. William ha confortato suo figlio, prima che Kate lo rassicurasse che avrebbero "evitato di sedersi sotto il sole splendente" e che sarebbero stati "spesso all'ombra" durante la partita di tennis. Il figlio maggiore del duca e della duchessa di Cambridge si è seduto nel palco reale con i suoi genitori per assistere alla finale del singolare maschile di Wimbledon tra Novak Djokovic e Nick Kyrgios. Su Twitter, gli spettatori hanno espresso le loro preoccupazioni per l'abito di George, visto che domenica si sono toccate temperature da record per il caldo. Secondo un esperto di etichetta George, tra l'altro, avrebbe anche potuto indossare un abito meno formale in quell'occasione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci