Stefano Ferri, a Oggi è un altro Giorno l'imprenditore etero che veste da donna: «Non è stato facile»

Lunedì 29 Novembre 2021
Stefano Ferri, a Oggi è un altro Giorno l'imprenditore etero che veste da donna: «Non è stato facile»

Stefano Ferri, l'imprenditore eterosessuale che ama vestirsi da donna, si racconta a Oggi è un altro giorno durante un'intervista con Serena Bortone nel corso della quale parla del suo libro e ricorda il suo percorso, confessando che non è stato affatto facile. Stefano è a tutti gli effetti un Crossdresser, quindi una persona che ama vestirsi come il sesso opposto.

 

Leggi anche > Gf Vip, Clarissa vuole abbandonare la casa: «Sono stanca». La data limite

 

Ferri spiega di essere eterosessuale, di avere una moglie, una figlia, ma di avere una grande passione legata alla moda femminile: «La prima volta che ho avuto desiderio di vestirmi da donna aveva 9 anni, ma erano tempi molto chiusi, così ho represso questa cosa e sono arrivato a rifiutarla. In questo modo tenevo lontano dalla mia natura e questo mi ha reso molto infelice», ha spiegato. Nel corso della sua adolescenza e giovinezza spiega che era arrivato ad essere invidioso delle donne, della loro libertà di scegliere come vestirsi e questo lo ha reso cattivo verso le donne: «Non ero consapevole, non capivo, perché non ero omosessuale, quindi non capivo questo odio verso le donne». La consapevolezza è arrivata dopo i 30 anni, quando ha iniziato a vestirsi in modo più effeminato e poi dal 2009 non ho più indossato abiti maschili.

 

L'uomo si occupa di marketing e consulenze per eventi e non nasconde di andare vestito da donna ai vari eventi: «Le prime volte che lo facevo avevo paura, io stesso affrontavo un aspetto ignoto della mia vita e mi faceva paura. Poi quando mi sono rasserenato ho scoperto che basta andare incontro alle persone con un bel sorriso, stringere loro la mano, poi nessuno si ricorda e pensa a come sei vestito».

 

Ricorda poi quando la moglie ha scoperto la sua passione:« Non potevo più accettare l'umiliazione di cambiarmi in cantina. Ero già sposato con mia moglie da 2 anni, avevo paura di mostarle chi ero. Poi un giorno ho lasciato delle scarpe con il tacco a spillo nella scarpiera e quel momento è stato brutto. Mi ha chiesto spiegazioni e alla fine le ho detto cosa mi piaceva. Quando poi la prima volta mi ha visto completamente vestito da donna ricordo chiaramente che mi ha detto 'tua madre te le ha fatto belle le gambe'».

 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche