Chiara Ferragni su Willy Monteiro : «Il problema non è la MMA, ma la cultura fascista»

Mercoledì 9 Settembre 2020
Willy Monteiro, Chiara Ferragni: «Il problema non è la MMA, ma la cultura fascista»

Chiara Ferragni, sulla morte di Willy Monteiro : «Il problema non è la MMA, ma la cultura fascista». L'influcenre più famosa d'Italia prende posizione sulla morte del giovane ragazzo di 21 anni a Colleferro. E lo fa con un post che invita tutti, la stampa in primis, a centrare il punto della questione.

Leggi anche > Willy, sui social c'è chi esulta per la sua morte. Il videomaker ex leghista: «Che ci faceva in giro di notte?»

L'influencer di fama mondiale ha infatti condiviso, su Instagram Stories, il post di un account che si occupa di politica italiana ed estera, offrendo diversi spunti di riflessione. Nel caso dell'omicidio di Willy Monteiro a Colleferro, si è parlato molto della MMA, la disciplina praticata da Gabriele e Marco Bianchi, ma quasi per niente del contesto in cui i due fratelli e gli altri due amici arrestati si sono formati. «I giornali si sono prodigati a estremizzare l'avvenuto in due modi: umanizzando gli aggressori («bravi ragazzi») e mettendo tutta la colpa sulle arti marziali che praticavano» - si legge nel post di Spaghetti Politics, ricondiviso da Chiara Ferragni - «I giornali però non mettono il loro focus sul fascismo e sulla cultura predominante nella vita di queste persone. Addirittura c'è chi si propone di "eliminare queste arti marziali" per risolvere il problema».

Dopo aver illustrato gli errori delle principali analisi sociologiche sull'omicidio di Willy a Colleferro, il post di Spaghetti Politics, pubblicato anche da Chiara Ferragni, si focalizza sul contesto socioculturale in cui è maturato il terribile pestaggio: «Il problema lo risolvi cambiando e cancellando la cultura fascista e sempre resistente in questo paese di m...a, non cancellando il mezzo tramite cui i fasci hanno fatto violenza. Il problema non lo risolve nascondendolo sotto al tappeto, lo si risolve con la cultura e l'istruzione, qualcosa che manca in questo paese».

Anche Fedez, marito di Chiara Ferragni, ha preso una netta posizione sul caso dopo aver letto delle parole che avrebbero pronunciato i familiari dei killer di Willy dopo l'omicidio («In fondo cosa hanno fatto? Niente. Hanno solo ammazzato un extracomunitario»). «Dove finiremo? Condoglianze alla famiglia di Willy, mi dispiace che oltre alla sofferenza dobbiate subire anche queste cose», il commento del cantante.

Ultimo aggiornamento: 10:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA