Lo vede annegare, imprenditore di Pontecorvo salva un giovane

Mercoledì 14 Luglio 2021 di Vincenzo Caramadre
Lo vede annegare, imprenditore di Pontecorvo salva un giovane

L’immagine in lontananza era sfocata, ma ben presto è diventata più nitida e quel corpo in balia delle onde lo ha spinto a tuffarsi per salvarlo. Così è stato. Sono i frame di una domenica mattina: doveva essere come tante altre, sole, mare e divertimento, ma per poco non si è trasformata in tragedia.
Ad evitarla, la tragedia, è stato un imprenditore di Pontecorvo che, sul litorale Pontino, ha salvato un ragazzo che stava affogando nelle acque di un canale.

L’imprenditore è Antonio Braico. Domenica scorsa si trovava nei pressi del canale di Sant’Anastasia sul litorale di Fondi, dove ha una casa. Poco prima delle 10.30 è uscito per dirigersi sulla spiaggia, dove di solito passa la giornata che trascorre al mare.
S’incammina lungo il canale Sant’Anastasia che sfocia nelle acque del Tirreno, in lontananza vede un gruppo di ragazzi, forse tra i 16 e i 19 anni, comunque giovanissimi, intenti a tuffarsi da un ponte. Un rito, una goliardia tra giovani andata in scena centinaia di volte.

Ad un certo punto, un ragazzo si lancia dal ponte, ma nel giro di poco inizia a non dominare più il rapporto con le onde. Pian piano ne diventa vittima. Viene risucchiato. Urla e grida di disperazione degli amici e degli altri bagnati, fino al tuffo provvidenziale dell’uomo di Pontecorvo.
“Ho visto il corpo del ragazzo, totalmente in balia delle onde. Andava giù, risucchiato dalle onde e poi risaliva a galla. Una scena terribile”, ha raccontato l’uomo. Il resto è stato istinto puro, di uomo e di padre. L’istinto di salvare una vita, di far tornate a casa, dai propri genitori quel ragazzo uscito per divertirsi.
Prosegue nel racconto l’imprenditore: “Non ho avuto molto tempo per pensare: mi sono lanciato in acqua, l’ho recuperato ma c’è voluto un po’ per tirarlo fuori. Arrivato a riva mi hanno aiutato alcuni presenti.
È stato un momento di grande concitazione, ma la sensazione di aver salvato un ragazzo è stata molto forte. Anche se, ovviamente, avrei voluto che non fosse mai accaduto, per quel giovane e per nessun altro. Certo è che chi salva una vita, salva il mondo intero, questa è la sensazione che ho provato. Questo è stato il mio pensiero. Nel giro di alcuni minuti si è ripreso, era sotto choc, mi ha ringraziato”.
Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza, i sanitari hanno accertato le buone condizioni di salute del minorenne e poi lo hanno affidato ai genitori che nel frattempo erano arrivati nei pressi del canale.
Una giornata da dimenticare per il ragazzo il quale non appena si è reso conto di quello che gli era accaduto e del gesto compiuto da quell’uomo, sconosciuto, non ha esitato a dirgli “grazie”.


 

Ultimo aggiornamento: 14:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA