Covid, casi al minimo in Ciociaria: ma resta l'allerta

Mercoledì 16 Giugno 2021 di Vincenzo Caramadre
Covid, casi al minimo in Ciociaria: ma resta l'allerta

Covid, resta altissima la guardia in queste ore, soprattutto per tracciare eventuali casi legati alla Variante Delta, che ha fatto saltare ogni riapertura in Gran Bretagna. La Asl di Frosinone ha inviato alcuni tamponi, ritenuti sospetti, allo Spallanzani di Roma per la caratterizzazione molecolare. Per ora, tuttavia, non ci sono varianti Delta accertate in Ciociaria.

Nel frattempo la curva dei contagi ha fatto registrare un nuovo minimi storico dallo scorso mese di agosto. Su 667 tamponi molecolari eseguiti in provincia di Frosinone nella giornata di lunedì, sono stati registrati 5 nuovi casi. Il rapporto tra tamponi e nuovi positivi si è attestato allo 0,7 percento. I cinque positivi riguardano per un caso ciascuno i comuni di: Frosinone, Pontecorvo, Alatri, Ceccano e Sora. I negativizzati sono stati 12, nessun decesso.

Ieri nella regione Lazio su 10mila tamponi e oltre 14mila antigenici per un totale di oltre 24mila test, si sono registrati 118 nuovi casi, i decessi sono 13, i ricoverati sono stati 430. I guariti 449, le terapie intensive sono 90. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,1 percento, ma se considerano anche gli antigenici la percentuale scende al 0,4 percento. La campagna vaccinale prosegue con la somministrazione delle seconde dosi. Anche in Ciociaria la vaccinazione è divenuta eterologa, vale a dire con l'utilizzo per la seconda dose di un vaccino anti-Covid diverso rispetto a quello utilizzato per la prima somministrazione. Mix definito dalle autorità sanitarie: “Sicuro ed efficace”.

Nel prossimo weekend ci sarà l’open day (secondo appuntamento) dedicato ai ragazzi tra i 12 e i 16 anni. I prenotati sono 1300, suddivisi equamente tra sabato e domenica. Lo stesso numero si è registrato lo scorso weekend.    “Prosegue trend positivo. Anche oggi (ieri, ndr) 0 decessi nelle province. La campagna vaccinale prosegue, rispettando tutti gli obiettivi e somministrazioni sopra il target prefissato”, è stato il commento dell’assessore alla sanità, Alessio D’Amato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA