Lanuvio, 5 morti (e 7 gravi) nella Rsa Villa dei Diamanti: intossicati dal monossido

Sabato 16 Gennaio 2021
foto

Lanuvio, è di 5 morti (tutte donne) e 7 ricoverati gravi tra gli ospedali dei Castelli Romani e Roma, il tragico bilancio per le esalazioni di monossido di carbonio nella casa alloggio per anziani di via Montegiove Nuovo non distante da via Nettunense nelle campagne tra Genzano e Lanuvio. Sul posto hanno operato i vigili del fuoco con mezzi e strumenti di rilevamento chimico e batteriologico, i carabinieri della compagnia di Velletri e delle stazioni di Lanuvio e Ariccia per accertare i fatti. La coppia di proprietari della casa alloggio, che sono due 40enni di Lanuvio, sono disperati per l'accaduto, all'interno delle stanze sono state trovate tracce di monossido di carbonio. La polizia stradale di Albano ha scortato i mezzi speciali dei vigili del fuoco di Roma che sono arrivati per svolgere i rilievi tecnici all'interno della Villa a 2 piani, dove sono morte i 5 donne anziane, una aveva 100 anni, le altre tra gli 80 e i 90 anni, tutte dei Castelli Romani, trovate senza vita stamattina dalla titolare della struttura tra il piano terra e il primo piano, una anziana morta era anche in cortile, forse nel tentativo di uscire e mettersi in salvo all'alba.  Sul posto è arrivato anche il magistrato di turno della procura di Velletri Giuseppe Travaglini, il sindaco Luigi Galieti, gli ispettori del lavoro della Asl Roma 6 e il Nas Roma. La polizia locale di Lanuvio ha chiuso le vie di accesso alla struttura deviando il traffico di via Nettunense e via Montegiove Nuovo su strade alternative per l'intero pomeriggio insieme alla protezione civile . Sono stati rimosse poco fa le 5 salme trasportate dalla mortuaria al policlinico di Tor Vergata per l'autopsia. Foto Luciano Sciurba

© RIPRODUZIONE RISERVATA