Roma, gabbiano attacca un ratto nelle strade semi-deserte (di Francesco Toiati)

"Lo so che può sembrare un fatto secondario... ma sono preoccupato per i gabbiani che a causa delle note limitazioni non trovano molto cibo in una città come Roma molto più pulita". Su Twitter domande come queste hanno trovato una risposta. Quella di Francesca Manzia, del Centro Fauna Selvatica Lipu, che dice: "Non cambia nulla per gli animali che vivono nelle nostre città. Primo perché l'inquinamento, spazzatura compresa, rimane invariato e poi perché gli umani interagiscono con gli animali dando spesso da mangiare alle specie che caratterizzano i nostri insediamenti urbani"