Venezia Carnevale 2020, le foto del corteo della Pantegana

«Amoris causa, onore alla più saggia delle follie» è il suggestivo show che ieri sera ha aperto la Festa Veneziana sull'acqua e dato il via all'edizione 2020 del Carnevale di Venezia. Lo spettacolo ha celebrato l' incontro tra due elementi, acqua e aria, con acrobati e giocolieri, mangiatori di fuoco e ballerine che con i loro movimenti ed evoluzioni hanno raffigurato corteggiamenti e danze amorose sull'acqua. Nel Rio di Cannaregio tra un pubblico festante assiepato sulle rive, in una cornice unica, con i palazzi veneziani affacciati sul canale illuminati con giochi e proiezioni luminose, hanno sfilato una decina di imbarcazioni. Il suono ammaliante degli archi ha accompagnato l'inizio dello show. Nel primo quadro scenico protagonista un giocoliere che ha incantato i presenti maneggiando il fuoco, seguito poi dalle evoluzioni di un ballerino in abiti bianchi all'interno di una bolla. Poi le note di 'Sound of Silencè, classico di Simon&Garfunkel, hanno accompagnato la coreografia di una danzatrice dentro una sfera trasparente e un acrobata che, in cima ad un braccio meccanico, ha volteggiato sospeso nell'aria. Il tema del fuoco è ritornato nella barca successiva con una donna dalle ali fiammeggianti su di un cavallo, poi due amanti vestiti di rosso che volteggiavano e si rincorrevano su una pedana coperta di fiori incontrandosi e suggellando finalmente la loro storia d'amore. Il tutto mentre un funambolo ballava nel cielo notturno di Venezia appeso ad una nuvola di palloncini rossi. Gli applausi del pubblico hanno salutato lo spettacolo nel Rio di Cannaregio che per una notte è diventato il palcoscenico open air di questo spettacolo dedicato alla dolce pazzia che ogni innamorato prova, quella insania che lo porta a vedere, sentire e vivere il mondo in maniera diversa e unica.