Russia-Cina, al via Vostok 2022: 300 mezzi pesanti, 21 aerei e 3 navi da guerra per le esercitazioni militari congiunte

Lunedì 5 Settembre 2022
foto

La Cina ha inviato una delle sue delegazioni militari più importanti e imponenti alle esercitazioni congiunte ' Vostok 2022' con la Russia che hanno preso il via oggi dopo una cerimonia di apertura. È quanto riporta il Global Times, il tabloid del Quotidiano del Popolo, secondo cui alle manovre Pechino ha mandato oltre 2.000 soldati, principalmente del Comando del teatro settentrionale dell'Esercito popolare di liberazione, e più di 300 mezzi militari di vario tipo, tra cui 21 tipi di aerei ed elicotteri, e tre navi da guerra.

​Putin, bonus non pagati ai soldati russi. «Lo stipendio è una miseria, alti ufficiali corrotti»

Per la prima volta, secondo alcuni esperti cinesi contattati dal tabloid, sono state inviate rappresentanze di Esercito, Marina e Aeronautica a un ciclo di operazioni a guida russa. Tra i mezzi che partecipano figurano alcuni dei sistemi più avanzati degli arsenali di Pechino, come il cacciatorpediniere Type 055, la fregata a missili teleguidati Yancheng, i carri armati Type 99 di terza generazione, gli elicotteri da ricognizione e attacco Z-19 e i caccia J-10c. La portata della presenza cinese dimostra «l'ampiezza e la profondità» della cooperazione militare tra Cina e Russia e la fiducia reciproca. Pur non prendendo di mira terze parti, «le esercitazioni militari servono come deterrente contro le incertezze», tra cui «malintenzionate forze esterne» e politiche egemoniche e di forza, in base a definizioni usate tradizionalmente da Pechino per indicare gli Usa. Alle manovre partecipano anche delegazioni o osservatori di Paesi come Algeria, India, Bielorussia, Tagikistan e Mongolia, per un totale di oltre 50mila soldati, militari, 140 aerei da combattimento e sessanta unità navali, secondo stime diffuse dal ministero della Difesa russo.

Ultimo aggiornamento: 11:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA