Quando caravan, treno e aereo diventano un ostello low cost