Elefanti a Venezia tra calli e campielli, su e giù dai ponti. E in chiesa...

Le immagini che non ti aspetti: elefanti a Venezia, che giganteggiano tra le calli, che salgono e scendono i ponti. Una storia secolare, con un episodio tragico: fu nel 1819, quando un elefante imbizzarrito uccise tra le calli un ragazzo di Rovigo e poi, infuriato, si rifugiò nella chiesa di Sant'Antonin, dove rimase incastrato in una tomba che aveva ceduto sotto il suo peso. I militari austriaci di stanza allora a Venezia abbatterono un tratto del muro della chiesa e uccisero l'elefante a cannonate. Lo scheletro dell'animale è conservato al museo di storia naturale di Padova.