Di Maio incontra i lavoratori della Pernigotti di Novi

Il tavolo sulla Pernigotti «va avanti solo se viene la proprietà. Per questo il presidente del Consiglio in persona convocherà la proprietà turca alla presidenza del Consiglio». Lo ha detto il vicepremier e ministro Luigi Di Maio, al termine dell'incontro al ministero dello Sviluppo economico al quale per l'azienda hanno preso parte dei consulenti in rappresentanza della Toksoz.

«Incontreremo la proprietà -ha aggiunto Di Maio - e spiegheremo che per noi Pernigotti e i suoi lavoratori sono uniti». «Se la proprietà vuole uscire da questo stabilimento, deve dare la totale disponibilità a cedere marchio e stabilimento insieme», ha continuato il ministro. «Ma dev'essere chiara una cosa: noi entro la fine dell'anno faremo una norma, una proposta di legge, che lega per sempre i marchi ai loro territori. Non è più accettabile - ha concluso - che si venga in Italia, si prenda un'azienda come la Pernigotti, e si trasferisca la produzione mantenendo il marchio».