Francia, Eric Zemmour condannato per razzismo: dovrà pagare 10.000 euro di multa. E' candidato alle presidenziali

Il polemista aveva definito «ladri, assassini e stupratori» i bambini migranti

Lunedì 17 Gennaio 2022
Francia, Eric Zemmour condannato per razzismo: dovrà pagare 10.000 euro di multa. E' candidato alle presidenziali
1

Eric Zemmour, candidato alle presidenziali di Francia ed esponente dell'estrema destra, è stato condannato dal tribunale a pagare una multa di 10.000 euro per incitamento all'odio razziale e offese razziste. A condannarlo è stata una frase contro i minorenni isolati dai genitori migranti, definiti «ladri, assassini e stupratori». Zemmour ha già comunicato attraverso una nota che farà appello e ha definito la condanna del Tribunale «ideologica e stupida».

«E' la condanna di uno spirito libero da parte di un sistema giudiziario invaso dagli ideologi» ha aggiunto. Multa (di 3.000 euro) anche per Jean-Christophe Thiery, direttore di CNews, la televisione dove Zemmour ha detto le frasi incriminate. 

 

Razzismo, condannato Zemmour

Zemmour si è candidato come presidente della Francia lo scorso novembre e si è già fatto notare più volte per le sue idee estremiste. Le parole incriminate risalgono al 2020, l'avvocato del politico ha già fatto sapere che verrà fatto riscorso. Non è la prima condanna simile ricevuta da Zemmour, che era già stato sanzionato due volte per incitamento all'odio. L'anno scorso era indicato dai sondaggi come principale antagonista di Macron all'Eliseo. Poi le percentuali sono scemate. 

 

Ultimo aggiornamento: 16:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci