Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Usa, provano ad avere un figlio per 17 anni, alla fine arrivano 6 gemelli

Lunedì 5 Giugno 2017 di Rachele Grandinetti
I piccoli sono nati di 30 settimane e stanno tutti bene

C’è chi non rinuncerebbe per niente al mondo all’idea di diventare genitore. Così, nonostante ostacoli e difficoltà, persevera per lunghissimo tempo, anche quando i test continuano a risultare negativi, anche quando le cure ormonali pare non portino ad altro che a sbalzi d’umore. Poi, però, succede all’improvviso e quando arriva un bambino la vita cambia. E se di bimbi ne arrivano sei in un colpo solo? È quello che è accaduto ad una coppia della Virginia che per ben 17 anni ha provato ad avere un bambino, poi la sorpresa. Quando Ajibola Taiwo ha scoperto di essere incinta il bello doveva ancora venire: dalla prima ecografia, infatti, sono risultati quattro battiti. Era il mese di novembre. Poi, a gennaio, i Taiwos hanno scoperto che c’erano addirittura due cuoricini in più.

Stando ai dati dei Centers for Disease Control and Prevention, nel 2015 ci sono stati quasi 4 milioni di nati vivi negli Stati Uniti, ma soltanto 24 di questi provenivano da nascite con 5 o più gemelli. Invece il sestetto ce l’ha fatta: Ajibola, incinta di tre settimane, ha dato alla luce tre maschi e tre femmine. I piccoli stanno bene ma, essendo prematuri, sono nati con un peso tra i 420 e i 450 grammi ciascuno e restano sotto controllo presso la terapia intensiva neonatale di Richmond: «Stiamo facendo questo straordinario viaggio insieme alla famiglia», ha detto al Nigeria Standard Newspaper Ronald Ramus, direttore della divisione di Medicina materno-fetale al VCU Medical Center. Poi, in un’intervista esclusiva, la neo-mamma ha dichiarato: «Spero che il più piccolo dei miei sei figli cresca e possa dire: “Io ero così piccolo, e guarda ora!"».

Ultimo aggiornamento: 17:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci