Trump, il legale ammette: «Ho pagato personalmente il silenzio della pornostar»

PER APPROFONDIRE: pornostar, stormy daniels, trump
Trump, il legale ammette: «Ho pagato personalmente il silenzio della pornostar»
Michael D. Cohen, l'avvocato personale del presidente americano Donald Trump, ha detto di aver pagato di tasca propria la pornostar Stormy Daniels, che aveva affermato di aver avuto una relazione con il tycoon nel 2006. Nella dettagliata spiegazione fornita al New York Times, Cohen, che in precedenza aveva respinto le indiscrezioni sul pagamento, ha dichiarato di non essere stato rimborsato per la cifra data all'attrice, il cui vero nome è Stephanie Clifford.

«Sono il consulente speciale di lunga data di Trump e ho ricoperto con orgoglio questo ruolo per oltre un decennio», si legge nel comunicato. «In una transazione privata nel 2016 - continua - ho usato i miei fondi personali per facilitare un pagamento di 130.000 dollari a Stephanie Clifford». «Né la Trump Organization né la campagna di Trump sono state parte della transazione con Stephanie Clifford nessuna delle due mi ha rimborsato direttamente o indirettamente. Il pagamento a Clifford era legale e non era un contributo alla campagna o una spesa della campagna», sostiene Cohen nella dichiarazione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 14 Febbraio 2018, 10:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Trump, il legale ammette: «Ho pagato personalmente il silenzio della pornostar»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-02-15 18:52:33
....pagato e.....basta.....?
2018-02-14 14:49:26
Una roba similare è già successa in italia con la nipote di mubarak e la lega ha dato l'ok. Ovunque vai sempre una destra troverai.
2018-02-14 13:24:29
Il Max .... oggi e' mercoledi' delle Ceneri, non e' giornata di barzellette, carnevale e' finito .... questo avvocato non e' altro che la copia americana del ragionier Spinelli di berlusconiana memoria ... intanto tu paga (a mia insaputa) che dopo risolviamo ...
2018-02-14 12:09:54
raccontata a qualcun altro...
2018-02-14 12:03:25
Pensa te! Un avvocato, in ogni parte del mondo, ha il dovere di riservatezza nei confronti del cliente che assiste: se non lo si rispetta, sia si può venire espulsi dall'albo ( nel caso in esame sarebbe il minimo da aspettarsi) sia, comunque, nessun cliente si rivolgerebbe più all'avvocato infedele. Tanto premesso risulta ovvio che é stato pagato con milionate di dollari per danneggiare Trump, al prezzo di terminare la sua carriera di avvocato: ne deve avere presi tanti da poter vivere senza lavorare per il resto della vita!