Stati Uniti, la portavoce di Kamala Harris lascia la Casa Bianca. Tutte le difficoltà del fronte Biden

Prima dell'ultimo ruolo ha lavorato per la campagna presidenziale di Biden

Giovedì 2 Dicembre 2021
Stati Uniti, la portavoce di Kamala Harris lascia la Casa Bianca. Tutte le difficoltà del fronte Biden

Un altro piccolo grande segnale delle difficoltà del fronte Democratico negli Stati UnitiSymone Sanders, principale consigliera e portavoce della vicepresidente americana Kamala Harris, lascerà l'amministrazione Biden alla fine dell'anno. Lo ha reso noto la Casa Bianca. Sanders, 39 anni, afroamericana, prima di diventare portavoce di Harris ha lavorato per la campagna presidenziale di Biden. Il suo addio arriva dopo una serie di indiscrezioni che parlano di una forte frustrazione nel team della vicepresidente per il ruolo piuttosto in ombra finora svolto da Harris all'interno dell'amministrazione. Frustrazione accompagnata dalle polemiche sulla mancanza di efficacia nel comunicare il messaggio della vicepresidenza.

«Trump positivo al Covid tre giorni prima del dibattito con Biden», la rivelazione dell'ex capo staff del tycoon

«Niente vaccino obbligatorio a tutti gli operatori sanitari americani»: lo schiaffo del giudice a Biden

Le ultime elezioni amministrative hanno rilanciato le ambizioni dei repubblicani e nelle ultime settimane si susseguono le previsioni di sconfitta per i progressisti alle elezioni di medio termine previste nel 2022. Oggi un altro colpo alla stabilità di Biden che arriva da dentro, direttamente dalla Casa Bianca. 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 08:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA