Stupra (e filma) per 30 volte una bimba di 2 anni, il giudice guarda il video e abbandona il tribunale disgustato

Stupra (e filma) per 30 volte una bimba di 2 anni, il giudice guarda il video e abbandona il tribunale disgustato

di Simone Pierini

Il giudice Leann Clare non ha retto a quanto aveva appena visto, ha abbandonato il tribunale per ritardare la sentenza. L'imputato, Jason Daron Miznerha stuprato e filmato per 30 volte una bimba di 2 anni, figlia della sua compagna. Il giudice ha visionato il video per decidere la portata della condanna da infliggerli, ma ha scelto di aspettare perché «scosso e incapace in quel momento di infliggere una condanna oggettiva, non condizionata dalle terribili immagini»



«Penso che sarebbe meglio mettere un po' di distanza tra la visione di quel filmato e la consegna del giudizio in modo che questo non condizioni troppo la sentenza». Ha dichiarato Leanne Clare una volta abbandonata l'aula del processo. I pubblici ministeri vogliono che Mizner, 44 anni, venga incarcerato a vita dopo aver descritto i suoi 60 crimini sessuali contro bambini, di cui 30 registrati in video nei primi anni 2000 dopo aver stretto una relazione con la madre della giovanissima vittima. 

La donna ha scoperto i crimini verso la figlia mentre erano in vacanza in Thailandia e li ha denunciati alle autorità locali. L'uomo ha scontato 11 anni di prigione dei 35 previsti dalla condanna prima di essere trasferito a Brisbane. Secondo la tesi della difesa che chiede uno sconto di pena, è stato torturato. Sostengono che ha subito una lesione cerebrale quando cadde da una moto all'età di 21 anni lasciandolo «disinibito».

Tuttavia, la giudice Clare ha detto che parlare di tortura per 11 anni di prigione è «un'esagerazione», e che «anche un basso rischio di recidiva quando si tratta di stuprare i bambini è un rischio notevole da affrontare. Quando si tratta di un rischio medio-alto è allarmante».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 24 Ottobre 2018, 11:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Stupra (e filma) per 30 volte una bimba di 2 anni, il giudice guarda il video e abbandona il tribunale disgustato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-10-25 16:37:00
orrore
2018-10-25 11:31:40
Eh certo: la feccia deve essere sempre estirpata o magari nascosta per dare l'immagine che tutto sia in ordine; d'altronde ce lo portiamo dietro dapprima che ci fosse internet che bisogna salvare le apparenze... come ad Auschwitz, cosa cambia? Eppure io credo fermamente nelle parole di Gino Strada quando dice che mettere in galera un tossicodipendente è come ingessare la gamba ad uno che ha mal di denti e cioè non serve a niente; al pari della vicenda della coppia dell'acido Boettcher-Levato credo che in questo caso bisognerebbe tentare una riabilitazione che di certo è il percorso più difficile che non l'eliminazione del problema ma forse si riesce a redimere il soggetto... 'dici così solo perché non è successo a te' ricordiamoci che la giustizia la fa sempre l'uomo e ogni persona ha un metro differente.
2018-10-25 18:45:42
Anche Angelo Izzo, uno dei massacratori del Circeo (1975) tentarono di "riabilitarlo" e di "redimerlo". Non fu condannato a morte, ma all'ergastolo, che però in italia, come sappiamo, è un ergastolo solo per modo di dire... Ottenne la semilibertà, durante la quale uccise altre due donne.
2018-10-25 09:55:02
... un classico esempio di quando i diritti umani è meglio nasconderli per un attimo e...
2018-10-24 20:28:48
ha davvero un valore la vita di quest'uomo? il concetto di inviolabilità della vita umana subisce un duro scossone davanti a casi come questo.