Famiglia britannica accoglie rifugiata ucraina: il padre scappa con lei 10 giorni dopo mollando moglie e figli

"Sofiia e io ci sedevamo e chiacchieravamo, bevevamo e guardavamo la TV con i sottotitoli in ucraino, a volte dopo che Lorna era andata a letto"

Sabato 21 Maggio 2022
Famiglia britannica accoglie rifugiata ucraina: il padre scappa con lei 10 giorni dopo mollando moglie e figli
7

Un caso, una storia, che arriva dalla Gran Bretagna, esattamente a Bradford (West York): un padre ha lasciato moglie e due figli per una rifugiata ucraina che si era trasferita a casa loro solo dieci giorni prima. Lui si chiama Tony Ganett, di 29 anni, e ha lasciato Lorona, di 28, dopo essersi innamorato di Sofiia Karkadym, fuggita dagli orrori della sua città natale, Lviv, all'inizio dell'invasione russa. Gli ultimi aggiornamenti mostrano che più di 33.000 rifugiati ucraini si trovano ora nel Regno Unito, con 68.700 visti rilasciati su 84.000 richieste.

Putin e la sua maestra Vera, la donna che gli fece da madre e che può fermare lo Zar in Ucraina

Un legame «che non avevo mai avuto»

Tony, guardia giurata, si è iscritto al programma di rehoming del governo inglese il mese scorso. Ma il procedimento era chiesto, così ha chiesto aiuto sui social media ed è diventato «garante» di Sofiia. Poi l'amore. E poco più di una settimana dopo il suo arrivo ha lasciato la sua compagna e i suoi figli per una nuova vita. «È iniziato tutto con il semplice desiderio di fare la cosa giusta e di mettere un tetto sopra la testa di qualcuno che ne ha bisogno, uomo o donna che sia - ha raccontato al The Sun -. La situazione è degenerata sabato scorso, quando mia moglie si è accanita contro Sofiia, urlandole contro e usando un linguaggio duro che l'ha lasciata in lacrime. Ha detto che non si sentiva più in grado di stare sotto il nostro tetto e qualcosa dentro di me è scattato». E poi ha aggiunto: «Ci dispiace per il dolore che abbiamo causato, ma ho scoperto un legame con Sofiia che non ho mai avuto prima».

 

Il tempo passato insieme dai due

Tony e Sofiia si innamorano fin da subito. «Era ovvio fin dall'inizio che io e Sofiia ci eravamo piaciuti», ha detto al The Sun. Come si sono capiti? «Parlo un po' slovacco e non è dissimile dall'ucraino, quindi ho potuto farmi capire da lei nella sua lingua». Un fattore che ha ingelosito la moglie. «Ha peggiorato le cose perché Lorna non sapeva di cosa stavamo parlando. Sofiia e io ci sedevamo e chiacchieravamo, bevevamo e guardavamo la TV con i sottotitoli in ucraino, a volte dopo che Lorna era andata a letto. Stavamo andando d'accordo brillantemente, ma a quel tempo non era altro che questo, anche se posso capire perché Lorna ha iniziato a provare gelosia e risentimento nei suoi confronti».

Putin come Hitler prima della caduta: ansie, paranoie e un errore comune. Ecco quale

Chi è la rifugiata ucraina

Si chiama Sofiia Karkadym e ha 22 anni. Al The Sun ha raccontato: «Sono cose che succedono». Come è nata la relazione? «È stato tutto molto veloce, ma questa è la nostra storia d'amore. So che le persone penseranno male di me, ma succede». Per lei Tony «infelice». Lorna, l'ormai ex compagna di Tony, si era stufata del legame immediato che si era creato con Sofiia: i due andavano in palestra insieme e stavano seduti per ore a parlare in un parcheggio. Alla fine ha ordinato all'ospite di andarsene, ma è rimasta sbalordita quando Tony ha annunciato che se ne sarebbe andato anche lui. Ora Tony e Sofiia stanno cercando di trovare una nuova casa. «Stiamo pianificando il resto della nostra vita insieme».

Ultimo aggiornamento: 23 Maggio, 11:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci