Commessa uccisa a 24 anni, accoltellata a morte da un senzatetto entrato nel negozio

Il corpo della giovane trovato venti minuti dopo da un cliente

Lunedì 17 Gennaio 2022
Shock al negozio di arredamento, un uomo accoltella la commessa. Brianna muore a 24 anni

Era andata al lavoro come tutte le mattine ed era sola nel negozio quando all'improvviso un uomo - probabilmente un senza fissa dimora - è entrato nel Croft House Store di La Brea Avenue, a Los Angeles, e l'ha aggredita con un coltello lasciandola senza vita. É morta così lo scorso giovedì 13 gennaio a soli 24 anni Brianna Kupfer, vittima dell'ennesimo episodio di violenza folle che ha lasciato sotto choc l'intera città. A ritrovare il corpo senza vita è stato un cliente entrato nel negozio 20 minuti dopo. 

La giovane, dopo la laurea in design dell'architettura all'Università di Miami, da un anno lavorava come consulente nel negozio di arrendamento di lusso di Los Angeles. "La amavano tutti, ed era una grande artista" sono state le parole del padre a CBSLA. 

«Agata Scuto strangolata e bruciata», arrestato l'ex convivente della madre: «Alibi falso»

L'identikit del killer e i testimoni

La polizia di Los Angeles è al lavoro sulle indagini. Secondo gli inquirenti, il killer sarebbe probabilmente un uomo senza fissa dimora "maschio, di carnagione scura, età sconosciuta, alto, magro. Indossava una felpa scura e occhiali da sole, una mascherina bianca N-95, jeans, scarpe e zaino scuri." Stando a quanto riportato dal Daily Mail, una donna, Jennifer Botelho, titolare di un vicino studio di chiropratica, ha dichiarato che il sospettato era entrato nella sua attività poco prima di compiere l'omicidio. "É entrato e mi ha fatto un paio di domande: "fate ortopedia qui? Che tipo di cure offrite? Ed è uscito. É stato qui solo pochi minuti" ha detto la donna. "Spero che possano catturare questa persona". 

Veronica, uccisa negli Usa: «Vogliamo giustizia»

Amici e familiari sotto shock

La morte assurda della giovane ha lasciato sotto shock gli amici di Brianna, i genitori e i tre fratelli, Brandon, Tucker e Mikaela. Tutti la descrivono come "un angelo, una brillante giovane donna devota alla propria famiglia e con grandi sogni". Anche il proprietario del negozio, Riley Rea, ha dichiarato al LA Times che la ragazza era amata dai colleghi e che era "matura ben oltre la sua età". L'episodio di violenza non è un caso isolato e ha riacceso i riflettori sulla crescita della criminalità a Los Angeles. Secondo i dati diffusi dal locale dipartimento di polizia, in città le vittime di omicidio sono aumentate del 52% rispetto al 2019 e i morti per arma da fuoco del 59%.

 

Ultimo aggiornamento: 16:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci