Russia, una “flotta ombra” per aggirare le sanzioni: acquistate più di 100 vecchie petroliere

A darne la notizia è il Financial Times, che cita dati di broker e analisti marittimi

Sabato 3 Dicembre 2022 di Mario Landi
Russia, una flotta ombra per aggirare le sanzioni: acquistate più di 100 vecchie petroliere

La Russia sta allestendo una vera e propria “flotta ombra” per aggirare le sanzioni ​che i paesi occidentali hanno introdotto in risposta all'invasione dell'Ucraina. A darne la notizia è il Financial Times, che cita dati di broker e analisti marittimi. Secondo il quotidiano economico-finanziario britannico, Mosca avrebbe acquistato più di 100 vecchie petroliere al fine di mitigare gli effetti delle restrizioni al gas. 

Londra, l'oligarca russo Mikhail Fridman arrestato nel suo appartamento: è accusato di frode

Si tratta per lo più di acquisti anonimi. Le navi hanno in genere dai 12 ai 15 anni, il che significa che saranno dismesse nei prossimi anni, ha affermato Anup Singh, capo della ricerca sulla flotta di petroliere presso Braemar, un piccolo villaggio delle Highlands, in Scozia. A ottobre, Andrey Kostin, capo della banca statale VTB, ha affermato che sarebbero stati spesi circa 16,2 miliardi di dollari per «espandere la flotta di navi cisterna». E il vice primo ministro russo Alexander Novak ha dichiarato a marzo che il paese amplierà le sue «catene di approvvigionamento» di petrolio.

Secondo l'analista di Rystad Viktor Kurilov, la Russia ha bisogno di più di 240 petroliere per mantenere gli attuali volumi di esportazioni. Fino ad ora, la maggior parte del trasporto veniva effettuato da compagnie esterne, poiché Mosca non possedeva petroliere proprie. Ma le sanzioni hanno cambiato radicalmente lo scenario: le compagnie negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in altri paesi si sono rifiutate di assicurare queste navi e  di conseguenza i commercianti hannop smesso di trasportare il petrolio russo via mare. Da qui, il cambio di strategia di Mosca, che potrebbe ridisegnare gli equilibri economico-finanziari del Paese.

Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci