Open Arms, vicepremier spagnola: «Potevano andare a Malta, non hanno voluto»

PER APPROFONDIRE: arms, malta, open, spagna
Carmen Calvo
Il governo spagnolo contro Open Arms. In un'intervista alla radio Cadena Ser, la vice premier Carmen Calvo accusa: «Gli abbiamo offerto ogni tipo di aiuto, cure mediche, cibo..Non capiamo la posizione di Open Arms. Capiamo che la situazione è critica per l'incertezza e la disperazione, però una volta che hanno un porto sicuro ed i migranti sanno dove andare, chiunque capisce che non c'è alcun problema». La numero due del governo socialista di Pedro Sanchez si riferisce all'offerta fatta ieri alla ong spagnola di dirigere la nave con i migranti a bordo da 28 giorni verso il porto di Algeciras. Di fronte al rifiuto di Open Arms, che lo considera troppo lontano (4-6 giorni di navigazione), il governo ha rilanciato con il porto più vicino di Mahon, a Minorca. Ma anche questa offerta è stata respinta.
 


Open Arms avrebbe potuto andare a Malta «e non ha voluto, si è diretta verso l'Italia», sostiene la vice premier spagnola Carmen Calvo, intervistata da Cadena Ser. «La Open Arms non ha voluto andare a Malta - ha affermato la numero due del governo di Madrid - La Spagna stava lavorando a questo, in colloqui con Malta, però hanno deciso di andare in Italia», dopo la sentenza del Tar che ha permesso l'ingresso nelle acque italiane, ma non «chiariva se» i migranti potevano «essere sbarcati».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 19 Agosto 2019, 12:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Open Arms, vicepremier spagnola: «Potevano andare a Malta, non hanno voluto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2019-08-20 08:52:54
Inutile fare i buonisti : questa gente ha PAGATO per sbarcare in Italia! E queste ONG devono assicurare lo sbarco dei loro "clienti" nel nostro Paese.
2019-08-19 21:47:00
Ma non è una nave spagnola??
2019-08-19 16:44:40
Visto in zona Zona carrelli di 2 supermercati...frequentata a turno solo una...l'altro supermercato poco amichevole attiguo a stazione carabinieri e polizia urbana. C'e da capirli: guadagnano in poche ore un equivalente di un mese, pero'si vedono attitudini.Certi si limitano a furfugliare "Fame", altri aiutano a portare carrelli pesanti e a scaricare pacchi nel portabagaglio.In Estate cartoni di acqua minerale, in inverno scatolone di legno.
2019-08-19 16:30:36
a parte il fatto rilevante che in questo momento i migranti sono sotto giurisdizione spagnola visto che la nave batte quella bandiera e la vera interlocutrice è solo la Spagna,la soluzione è,a mio avviso,quella di creare un centro immigrati a Lampedusa con una commissione permanente deputata all'esame della loro domanda d'asilo che,se non erro,richiede non meno di 18 mesi.I "promossi"vengono poi distribuiti in EU,tutti gli altri immediatamente rimpatriati.Sono certa che in questo modo si ridurrebbero quasi del tutto gli arrivi.
2019-08-19 17:13:30
in pratica confinarli nell'isola fino all'espletazione della loro pratica.