«No al fascismo di Orban e Salvini»: omaggio alla statua di Perlasca a Budapest

PER APPROFONDIRE: orban, perlasca, salvini
«No al fascismo di Orban e Salvini»: omaggio alla statua di Perlasca a Budapest
In Israele gli è stata dedicata una foresta, in cui sono stati piantati 10.000 alberi, a simboleggiare le vite degli ebrei da lui salvati in Ungheria: GiorgioPerlasca, Giusto fra le Nazioni,  era a Budapest  come agente di vendita per la ditta triestina Saib (Società Anonima Importanzione Bovini) e aveva un permesso diplomatico che lo aiutò durante l'occupazione nazista del '44 quando rilasciò migliaia di salvacondotti.

Oggi una delegazione del partito socialista (Mszp) e l'associazione di antifascisti ungheresi (Measz) hanno deposto una corona sulla statua di Perlasca, presso l'Istituto italiano di cultura, ricordando che la Repubblica italiana è costruita sullo spirito della resistenza antifascista. «In questo spirito, protestiamo che, nella persona e nelle idee di Matteo Salvini, il premier Viktor Orban importa il fascismo italiano nel nostro Paese. Diciamo no al fascismo ungherese e italiano», hanno affermato i partecipanti alla cerimonia.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 20 Maggio 2019, 16:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«No al fascismo di Orban e Salvini»: omaggio alla statua di Perlasca a Budapest
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-05-21 13:52:47
Perlasca - che ho conosciuto e frequentato di persona - era abbonato al Secolo d'Italia quotidiano del MSI. Suo figlio - sempre per il MSI - fu consigliere comunale. Perlasca credo sia sempre stato fascista (mia opinione beninteso), ma detestava I NAZISTI!!!
2019-05-21 09:34:02
beh ma non devono "importare" un bel niente visto che anche nella "seconda guerra mondiale" erano dell'ASSE anzi Perlasca già combattente Franchista(che infatti utilizzo' le credenziali "spagnole" per compiere la sua missione) cercava di raggirare le crudeli "croci frecciate" procurando documenti falsi per agevolare la "emigrazione verso posti sicuri" che quella volta erano "davvero" in pericolo...
2019-05-20 17:41:25
Iniziativa comprensibile, anche se ad onor del vero Perlasca era fascista...