Sposati da 80 anni, marito (105 anni) e moglie (100) muoiono a 4 ore di distanza: «Erano una cosa sola»

Lei si è ammalata per prima, e lui non ha sopportato vederla andare via in ospedale

Sabato 1 Luglio 2023 di Redazione web
Sposati da 80 anni, marito (105 anni) e moglie (100) muoiono a 4 ore di distanza: «Erano una cosa sola»

Una storia d'amore durata una vita, alla quale solo la morte è riuscita a mettere fine quella tra due centenari sposati da 80 anni e deceduti lo stesso giorno a distanza di quattro ore l'uno dall'altra. La prima ad ammalarsi è stata la moglie, di 100 anni, e suo marito, 105, non è riuscito a sopportare il dolore di vederla andare via da casa per il ricovero in ospedale, così si è lasciato andare a sua volta: è stato il primo ad andarsene. 

Nonna Finizia, 101 anni, festeggia il compleanno in sidecar dopo un'operazione al cuore: «Non è mai troppo tardi»

Il segreto per vivere 100 anni? I virus intestinali: lo studio di Cambridge

Sposati da 80 anni

Mamédio Alves Magalhães, 105 anni, e Ana Araújo Magalhães, 100 anni, erano una coppia brasiliana di Paranã. Nonostante non avessero mai avuto figli nel loro lungo matrimonio, entrambi erano circondati dall'affetto dei bambini che avevano aiutato a crescere sia in famiglia, sia nell'area rurale in cui vivevano. In particolare, a prendersi cura dei due centenari è stata una pronipote, la 38enne Ediana Quirino Magalhães, che ha raccontato ai media locali la storia di quelli che lei chiamava "nonni". La prima ad ammalarsi è stata Ana, che ha contratto una grave polmonite e, a causa della sua età, aveva poche possibilità di sopravvivere. «Erano una cosa sola.

Da quel momento in poi, lui (Mamédio) non ha voluto più mangiare. Gli abbiamo dato la sua medicina, ma se l'è tenuta in bocca. Questo perché la nonna è stata ricoverata in ospedale e lui l'ha vista andare via», ha spiegato la nipote. L'anziana moglie è poi tornata a casa, poiché le sue condizioni rendevano inutile il ricovero e sperando che riaverla vicina avrebbe giovato al marito. Tuttavia il giovedì precedente al giorno della morte, è stato proprio lo stato di salute di Memédio a rendere necessario un ricovero. 

La morte a poche ore di distanza

Le ultime ore di vita della coppia sono state separate: Memédio è morto in ospedale e Dona Ana a casa. «Venerdì, verso le 4 del mattino, abbiamo ricevuto una telefonata dall'ospedale. Quando erano circa le 8 del mattino, le persone che mi stavano aiutando sono andate a fare il bagno alla nonna e poi lei è 'andata'», ha raccontato la nipote. La donna ha spiegato che anche se aveva 105 anni, Memédio era lucido, mentre Dona Ana ricordava solo il nome di suo marito. 

Ultimo aggiornamento: 2 Luglio, 17:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA