Francia, non vogliono indossare la mascherina sul bus: autista massacrato di botte e ucciso

Sabato 11 Luglio 2020
Non vogliono indossare la mascherina sul bus: autista massacrato di botte e ucciso

Philippe Monguillot , l'autista dell'autobus brutalmente aggredito a Bayonne in Francia da una banda di 4 passeggeri che si sono rifiutati di indossare la mascherina , è morto venerdì in ospedale, come confermato sia dalla sua famiglia che dal primo ministro francese Jean Castex.

Precipita dal balcone dell'hotel in vacanza e finisce su un uomo: due morti 

" Abbiamo deciso di staccare le spine . I dottori erano a favore e anche noi", ha dichiarato una delle figlie delle vittime, Marie Monguillot, 18 anni, dopo che era stata dichiarata la morte cerebrale del padre. Sua moglie, Veronique, gli ha anche detto addio sui social: "Mio marito è morto alle 17.30, DEP amore mio", ha scritto.

I fatti si sono verificati nella città francese di Bayonne la scorsa domenica pomeriggio, su un autobus che stava viaggiando verso Biarritz. Dopo aver controllato i biglietti, l'autista ha chiesto a quattro passeggeri di indossare la maschera , obbligatoria per il trasporto pubblico in Francia.

Si sono rifiutati di farlo e, secondo la procura di Bayonne, Philippe Monguillot è stato vittima di un attacco "di estrema violenza": è stato picchiato e gravemente ferito alla testa. Dopo qualche giorno di sofferenza è morto all'ospedale. I quattro aggressori sono stati arrestati poco dopo l'aggressione dalla polizia.
 

Ultimo aggiornamento: 16:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA