Ghana, il pastore calpesta l'immagine di Gesù: «Il Messia era nero»

Lunedì 24 Dicembre 2018 di Alix Amer
6
Addio capelli lunghi, pelle chiara e fisico debole, come siamo soliti immaginare il Salvatore. La predica di un pastore di origine ghanese ha infiammato il web. Davanti all’altare ha spiegato ai suoi seguaci che non ci sono prove che Gesù sia un uomo bianco. Secondo lui, anche una foto di un Gesù nero sarebbe stata appropriata. E per dimostrare quello che diceva ha calpestato un dipinto raffigurante Gesù. Il fatto è avvenuto in una chiesa di una cittadina del Ghana, dell'Africa Occidentale sul Golfo di Guinea.

«È solo un segno di schiavitù mentale», ha ripetuto più volte. Il suo gesto e le sue parole sono state riprese in un video che ha fatto il giro del web. Nel filmato il pastore in giacca a quadretti rosa, con la cravatta dello stesso colore, ha preso un quadro, e lo ha buttato a terra calpestandolo più volte. E poi ha spiegato il gesto: «Sono qui per dirvi che questa immagine non è quella di Gesù. Cammino su di lui per dirvi che non è la sua immagine. È solo schiavitù mentale... Non appendete questa immagine nelle vostre case, nelle vostre stanze, non è l’immagine del figlio di Dio». «Non è scritto da nessuna parte che ci fosse un’immagine di Gesù Cristo. Chi vi ha detto che Gesù era bianco? Perché non abbiamo anche delle foto per suggerire che è nero?».
Ultimo aggiornamento: 17:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA