Motonave Ancona-Spalato in avaria, i passeggeri vedono terra: odissea finita

Venerdì 10 Maggio 2019 di Rosalba Emiliozzi
Motonave Ancona-Spalato in avaria, i passeggeri vedono terra: odissea finita

Sta per terminare l’odissea dei 215 passeggeri imbarcati sul traghetto Ancona-Spalato, partito dal capoluogo marchigiano alle ore 20 di mercoledì e andato in avaria alle 3 di notte, a dieci miglia dalla costa croata. Ai passeggeri è stato comunicato che arriveranno in porto verso mezzogiorno di oggi dopo 40 ore circa di navigazione, di cui 12 passate in balia di onde alte un metro e mezzo e mare forza 7 a causa dei motori in panne.

Motonave Ancona-Spalato in avaria. Snav: «Sarà rimorchiata sino al porto croato»

Diversi passeggeri si sono sentiti male a causa del mare grosso, una donna è addirittura svenuta. Il personale - a bordo ci sono anche 92 persone dell’equipaggio - ha soccorso e cercato di alleviare la traversata resa molto difficile dal maltempo e dall’attesa snervante dell’arrivo del rimorchiatore, giunto solo giovedì alle 15,30 con grandi difficoltà per le cattive condizioni del mare e un vento fortissimo.

Questa mattina i passeggeri della motonave Aurelia hanno avvistato finalmente terra, ma la rabbia a bordo è alta. Per il forte ritardo e anche per le merci a bordo, “qui c’è un autotrasportatore pugliese con un carico di pesce da buttare - racconta un velista italiano - e io dovevo andare a prendere una barca ma non arriverò mai in tempo”.
Il traghetto sarebbe dovuto arrivare a Spalato alle 7 di giovedì mattina.

Ultimo aggiornamento: 11:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA