Migranti, Macron attacca l'Italia: «Sbarchi nel porto più vicino». Salvini: «Non ci dai ordini»

PER APPROFONDIRE: matteo salvini, migranti, viminale
Migranti, il Viminale esulta: Francia stoppata in Ue, i porti di sbarco devono ruotare
Nuovo botta e risposta tra Salvini e Macron. Il terreno di scontro è quello dei migranti, al centro di un vertice organizzato a Parigi e dove il Viminale ha inviato solo i suoi tecnici facendo poi sapere di essere riuscito a evitare la discussione di un documento che avrebbe riaffermato la regola degli sbarchi nei porti sicuti più vicini, penalizzando Italia e Malta. «L'Italia ha rialzato la testa, non prende ordini e non fa la dama di compagnia: se Macron vuole discutere di immigrati venga pure a Roma», esulta Salvini dopo che il capo dell'Eliseo ha detto di «deplorare» la decisione di alcuni responsabili politici di non partecipare alla riunione sui migranti organizzata oggi a Parigi. «Non si guadagna mai nulla non partecipando».

Von der Leyen: «Mai fatte promesse all'Italia per la nomina del commissario»

Per Salvini la riunione sui migranti organizzata a Parigi è stata un errore
«di forma e di sostanza»: «Il vertice di Parigi voluto da francesi e tedeschi  si è rivelato un flop ed è stato ampiamente disertato dai ministri europei». La riunione di Parigi «è sbagliata nella forma - sottolinea Salvini - perché convocata con poco preavviso e in modo assolutamente irrituale visto che siamo nel semestre di presidenza finlandese. Nella sostanza, perché ha ribadito che l'Italia dovrebbe continuare a essere il campo profughi dell'Europa. Avevo già detto no al mio omologo Castaner la settimana scorsa a Helsinki».  

I tecnici del ministero dell'Interno retto da Matteo Salvini inviati alla riunione informale sulle Migrazioni nel Mediterraneo - appendice del vertice dei ministri dell'Interno europei di Helsinki - hanno fermato la Francia, ribadendo la richiesta di «meccanismi di distribuzione temporanea di tutti gli immigrati irregolari e rotazione dei porti sicuri di sbarco delle persone rintracciate in mare, in modo che l'accoglienza non pesi solo su Italia e Malta che rischiano così di diventare l'hot spot d'Europa».

La riunione a cui fa riferimento il Viminale era stata convocata dal Governo francese per tentare di trovare - insieme ai 28 Paesi Ue - una soluzione alla questione sbarchi. Nella bozza di documento portata a Parigi si leggeva che i migranti vanno sbarcati nel «porto vicino più sicuro». Indicazione contestata da Salvini già la settimana scorsa ad Helsinki e fatta ribadire oggi ai tecnici inviati della capitale francese.

L'obiettivo della posizione di Italia e Malta, sottolinea il ministero, è la «prevenzione dell'immigrazione illegale nel Mediterraneo, nella salvaguardia e nel rispetto delle persone e delle norme internazionali. Ma anche lotta ai trafficanti di esseri umani». Essenziale, aggiungono Italia e Malta, «anche una vera politica europea di rimpatrio dei non aventi diritto».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 22 Luglio 2019, 19:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Migranti, Macron attacca l'Italia: «Sbarchi nel porto più vicino». Salvini: «Non ci dai ordini»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2019-07-24 09:48:26
dalle foto che si vedono non mi pare che siano proprio tutti messi male!
2019-07-24 08:09:44
Macron e' l'esempio dell'accoglienza con il "porto degli altri"!!!
2019-07-23 19:19:58
diciamo pure che ad entrambi non importa una ceppa, sennò il concetto riconosciuto di persona sarebbe diverso da come è oggi.
2019-07-23 18:34:16
E noi attacchiamo questo galletto sbruffone.
2019-07-23 18:24:44
Caro cuginetto, spero tu stia scherzando, sei bravissimo a fare il ... col .... degli altri, ma purtroppo per te' non attacca piu'...Col tuo franco delle colonie, hai reso schiavi tanti poveri Cristi Africani e nelle tue colonie gli indigeni sono sottomessi, pur di arraffare risorse non ti fai scrupolo di niente, ma non ti preoccupare, un giorno l'Africa ti chiedera' conto di tutte queste ruberie. Vive la France !!!