Un medico muscoloso avrebbe saltato la fila per fare il vaccino anti-Covid

Lunedì 4 Gennaio 2021 di Cristiano Sala
Un medico muscoloso avrebbe saltato la fila per fare il vaccino anti-Covid

Chi vi scrive non ha i muscoli di Schwarzenegger e quando pensa alla palestra ha uno strano senso di nausea e angoscia (una doverosa premessa nel caso troviate una sottile faziosità nel racconto). Per leggere infatti la notizia che arriva dal Messico servono gli occhi (e i pettorali) dell’uomo qualunque che prova anche po’ di invidia per il dottor Alex Silva. L'oftalmologo in questione, a proposito di occhi, ha il suo studio a Città del Messico e nel tempo libero cura molto il fisico (ottima scelta, scherzi a parte). Ma questo è un dettaglio rispetto alla polemica che da qualche giorno sta facendo discutere un intero paese, da Tijuana ad Acapulco. 

Tv accesa, immagini del telegiornale che scorrono. Collegamento in diretta con l'Hospedal Central Militar. E' un altro V-Day messicano, davanti alle telecamere si alternano angeli ed eroi della prima linea, quella nella lotta contro il Coronavirus. Operatori sanitari e medici aspettano il loro turno per farsi iniettare il vaccino Pfizer-Biontech. E' il momento di Alex Silva che, invece di tirarsi su la manica, si apre direttamente la camicia che neanche Hulk Hogan prima di iniziare un match di wrestling. Ma questa non è una colpa, il problema è un altro. Il dottor Silva non rientrerebbe infatti nella lista dei "da-vaccinare-subito" del governo inviata alle task force sanitarie.

Il caso si gonfia come un petto dopo una serie da 12 su panca piana. La foto di Alex Silva comincia a circolare da un whatsapp all'altro. A peggiorare la situazione anche un po' di esibizionismo dell'oftalmolgo che ha ben due profili Instagram: uno con la camicia e uno senza. E' da quest'ultimo che si ricavano informazioni che, purtroppo, la massa digitale trasforma in pregiudizio. Status che raccontano di viaggi da una parte all'altra del paese, accuse alla sindaca per il lockdown che impedisce gli spostamenti, blitz proibiti in palestra e un po' troppa leggerezza nel raccontare in un selfie "hot" la sua vaccinazione. "Qualcuno di voi sa perché un oftalmologo è stato vaccinato contro COVID? Vedo anche dai suoi profili che non ama le misure anti contagio. Che ruolo ha avuto nella lotta in prima linea? Perché è stato vaccinato?"

La domanda di un medico su Twitter viene presa in prestito da una giornalista locale che contatta "Dottor Muscolo": "Non ho mai smesso di lavorare durante la pandemia, ho seguito situazioni di pazienti affetti da glaucoma senza mai fermarmi. Stando a contatto con loro - si difende il Dr. Alex Silva - c'è il rischio che qualcuno possa essere asintomatico. Lo sa che un esame oftalmologico con un microscopio mi mette a 10 cm dal viso del paziente?". Vorrà vederci da vicino anche la commissione d'inchiesta che sta indagando su tutte quelle persone che "avrebbero saltato la fila" per fare il vaccino. Una questione sulla scrivania del presidente messicano Andrés Manuel López Obrador che non è apparso affatto sereno quando, durante la conferenza di fine anno, gli è stato chiesto un commento sulla vicenda del "Dottor Muscolo".

"Detersivo Buono. Più tempo per amore" - Ciao 2020! è un capolavoro

© RIPRODUZIONE RISERVATA