Matrimonio combinato in India, il tribunale di Modena lo annulla e la sposa denuncia il padre. Il legale: «Caso Saman a lieto fine»

«Ci sono tante similitudini con il caso Saman, ma questa volta siamo intervenuti in tempo», ha dichiarato l’avvocato Davide Ascari

Venerdì 11 Novembre 2022
Matrimonio combinato in India, il tribunale di Modena lo annulla e la sposa denuncia il padre

Si sono sposati in India nel 2017, su volontà della famiglia della sposa. Ma oggi il matrimonio è stato annullato dal tribunale civile di Modena. Lei, una donna di 29 anni, italiana di origini indiane residente in provincia, era convolata a nozze con un 32enne indiano, residente in India: L'unione era scaturita da un matrimonio combinato, con la donna costretta a seguito di minacce della famiglia, nello specifico di suo padre.

Il matrimonio combinato in India, annullato a Modena

Le nozze erano state contratte in India e trascritte nel registro di Stato civile del Comune italiano. La giovane, che ha anche denunciato il padre in sede penale, nel corso degli anni ha registrato, con dispositivi audio e video, le conversazioni che dimostrano la pianificazione del matrimonio, comprese le minacce.

«Similitudini con caso Saman»

«Ci sono tante similitudini con il caso Saman, ma questa volta siamo intervenuti in tempo. E anche i genitori, dopo diversi anni, qualche passo indietro lo hanno fatto. Oggi vivono in Germania e lei, la figlia, potrà finalmente unirsi con il giovane, di origini indiane, che ha conosciuto qui a Modena». È il commento dell'avvocato Davide Ascari, che assiste la 29enne per cui il tribunale civile di Modena ha deciso l'annullamento del matrimonio combinato celebrato in India e poi trascritto nel registro di un comune della provincia.

Ultimo aggiornamento: 18:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci