Vaccino, Israele parte con la terza dose: è il primo Paese al mondo

Giovedì 29 Luglio 2021
Israele, «al via da domenica la campagna per la terza dose di Pfizer»: lo ha annunciato il ministero della Sanità
3

Israele ha deciso. Il ministero della Salute ha dato ufficialmente il via alla somministrazione della terza dose, per chi ha già completato le prime due, da domenica prossima. La platea , almeno in questa prima fase, è stata ristretta ai soli over 60. Il via libera riguaderà unicamente il vaccino statunitense Pfizer, da subito quello largamente più usato nel Paese.

Un'ulteriore condizione posta dagli esperti del ministero israeliano è quella che chi accetterà questa terza dose abbia lasciato trascorrere più di cinque mesi dalla seconda iniezione. L'annuncio ha messo in moto anche le casse mutue private a cui l'esecutivo guidato da Naftali Bennet si è rivolto e a cui ha chiesto di organizzarsi in tal senso.

Tokyo, nuovi contagi Covid in aumento: oggi superati i 3mila casi

La scelta del governo israeliano

Israele è il primo Paese al mondo a compiere un passo simile. Ieri un team di esperti aveva consigliato al governo di passare alla distribuzione della terza dose dopo aver notato un calo nell'efficacia del vaccino fra quanti sono stati immunizzati sei mesi fa. Nel Paese la copertura vaccinale con due dosi ha infatti ormai raggiunto percentuali molto alte: il 60% dei cittadini sono stati vaccinati.

New York, 100 dollari a chi si vaccina: misura del sindaco per rilanciare la campagna

La nuova salita dei contagi

Da tre giorni si registrano più di duemila nuovi contagi al giorno. Mentre il numero di nuovi positivi in media a settimana è in costante ascesa dalla fine di giugno e ieri ha raggiunto le 1670 nuove infezioni. La preoccupazione maggiore riguarda la diffusione dell'ormai prevalente variante Delta del Covid.

Svizzera, via le restrizioni: tutti in discoteca (senza mascherine)

Ultimo aggiornamento: 30 Luglio, 14:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA