Israele, sedicenne positivo al Covid muore per una rara sindrome

Domenica 10 Ottobre 2021
Covid, muore sedicenne per una rara sindrome in Israele

Era attaccato ad una macchina Ecmo per l'ossigenazione extracorporea del sangue, dopo esser stato trasferito due settimane fa in un ospedale pediatrico specializzato. Aden Jamal Fayumi, sedicenne israeliano, è morto per una Sindrome di infiammazione multisistemica pediatrica (Pims), una rara condizione che si sviluppa in alcuni minori ammalati di Covid-19.

Il giovane non era vaccinato e non aveva precedenti problemi di salute. Il suo è il primo decesso in Israele per la Pims, una sindrome riportata per la prima volta nell'aprile 2020. Da allora, scrive Haaretz, sono stati segnalati un centinaio di casi, fra cui una bimba di sei mesi ricoverata in ospedale che da giovedì è anche lei attaccata ad una macchina Ecmo. La sindrome si sviluppa fra le otto e le dieci settimane dopo il contagio del covid-19. I primi sintomi sono dolori allo stomaco, eruzioni cutanee e febbre, ma può provocare anche una grave infezione del cuore. 

Eitan, la nonna: «Italia responsabile della morte di mio padre, mia figlia e mio nipote. Non possono prendere anche lui»

Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre, 12:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA