Gotland, l'isola svedese (un tempo smilitarizzata) obiettivo di Putin. Il comandante dell'esercito: «Vuole il Baltico»

È una delle più grandi del Mar Baltico, situata a circa 50 miglia dalla costa svedese e 150 miglia dall'exclave russa di Kaliningrad

Sabato 25 Maggio 2024 di Mario Landi
Gotland, l'isola svedese (un tempo smilitarizzata) obiettivo di Putin. Il comandante dell'esercito: «Vuole il controllo del Baltico»

L'isola di Gotland un obiettivo di Vladimir Putin. L'allarme arriva dal comandante dell'esercto svedese Micael Bydén: «Sono sicuro che lo zar abbia entrambi gli occhi puntati sull'isola. L'obiettivo di Putin è quello di ottenere il controllo del Mar Baltico», ha detto a Politico. La Svezia è entrata nella Nato all’inizio di marzo e l’alleanza è ora la forza dominante nel Mar Baltico, grazie in gran parte al controllo di Gotland. 

Il ruolo dell'isola strategica di Gotland

L'isola è una delle più grandi del Mar Baltico, situata a circa 50 miglia dalla costa svedese e 150 miglia dall'exclave russa di Kaliningrad. È paragonabile per dimensioni al Rhode Island, ma ha una popolazione di appena 60.000 abitanti. «Se la Russia prendesse il controllo e isolasse il Mar Baltico, avrebbe un impatto enorme sulle nostre vite, in Svezia e in tutti gli altri paesi che si affacciano sul Mar Baltico.

E non possiamo permetterlo», ha detto Bydén.

Il piano russo

Secondo Bydén, la Russia potrebbe cercare di danneggiare gli interessi della Nato nel Baltico «direttamente o con tattiche subdole». «Le vecchie petroliere russe potrebberi causare deliberatamente un disastro ambientale lì, con Mosca che poi potrebbe spacciarlo per un incidente». Le petroliere offrono alla Russia la possibilità di spionaggio, trasporto illecito e sabotaggio sottomarino. «L’invasione di Gotland metterebbe fine alla pace e alla stabilità della regione nordica e baltica», ha detto Bydén. «Il mare non può diventare il parco giochi di Putin da cui intimidire gli otto paesi della Nato».

Il caos nel Baltico

La Russia questa settimana ha pubblicato bozze di proposte per ridisegnare unilateralmente la sua mappa del Mar Baltico, espandendo la sua rivendicazione su quali acque fanno parte del territorio russo. La proposta è rapidamente scomparsa dal portale del governo russo su cui era stata pubblicata, dopo le proteste dei leader di Lituania, Finlandia e Lettonia. 

L'isola smilitarizzata

Il rafforzamento di Gotland è stato considerato uno dei primi temi di discussione dopo l'adesione della Svezia alla Nato a marzo. Dopo la relativa calma degli anni successivi alla Guerra Fredda, l’isola è stata smilitarizzata nel 2005. Ma sulla scia degli attacchi della Russia all’Ucraina, si è lentamente assistito ad un aumento della presenza militare. A due mesi dall’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia, il governo svedese ha stanziato 160 milioni di dollari per le infrastrutture militari dell’isola. E alla fine dell’anno scorso, gli Stati Uniti hanno firmato un accordo di difesa con la Svezia che dà agli Stati Uniti l’accesso a una serie di basi militari, tra cui Gotland – una mossa che consentirebbe loro di agire rapidamente contro qualsiasi minaccia nella regione.

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 08:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci