Ibiza spari tra italiani a una festa: giovane grave, un altro è in fuga. «Lite per gelosia»

Sabato 5 Giugno 2021
Ibiza spari tra italiani a una festa: giovane grave, un altro è in fuga. «Lite per gelosia»

Sono servite circa sei ore d'intervento chirurgico d'urgenza a Ibiza per stabilizzare le condizioni — comunque ancora critiche, secondo le ultime informazioni disponibili — di un 28enne italiano rimasto gravemente ferito per colpi d'arma da fuoco nella notte tra venerdì e sabato sull'isola. Spari partiti nel corso di una festa organizzata in una villa privata presa in affitto nel municipio di Santa Eulalia, vicino a una zona industriale. Ci sono almeno due altri connazionali implicati nella vicenda, per la quale al momento non sono stati effettuati arresti: un 35enne portato in ospedale per delle contusioni e poi dimesso qualche ora dopo — secondo l'agenzia di stampa Efe — e un 33enne ricercato come presunto assalitore. 

Ibiza, 21enne italo-spagnola e fidanzato precipitano dal balcone e muoiono: l'avrebbe spinta lui prima di lanciarsi

La sparatoria nel cuore della notte - Secondo quanto trapela da fonti a conoscenza delle indagini in corso, condotte dalla Guardia Civil spagnola, i tre italiani coinvolti sono residenti a Ibiza. La prima ricostruzione fornita dagli inquirenti indica che il presunto autore degli spari è arrivato alla festa in auto, accompagnato da almeno un'altra persona, ma anche di più: l'uomo, si sospetta, ha fatto irruzione nella villa poco prima delle tre del mattino e aperto fuoco, poi si è allontanato. Da quanto emerso, la festa era stata organizzata proprio dal ragazzo rimasto gravemente ferito: il giovane è stato raggiunto da almeno tre proiettili alla testa e da tre alla gamba destra, secondo un comunicato — diffuso dai media iberici — della clinica privata Policlnica Nuestra Se¤ora del Rosario, dove è stato ricoverato sabato mattina poco prima delle 4. 

 

 

Insulti, calci e sputi in aereo: passeggera litiga con tutti sul volo da Ibiza (e il video diventa virale)

La pista della gelosia - Il Consolato italiano a Barcellona segue la vicenda e sta prestando assistenza ai connazionali coinvolti. La prima ipotesi su cui lavorano gli investigatori per quanto riguarda il movente è quella di una lite scatenatasi per motivi di carattere privato, forse per gelosia. Vista la dinamica degli eventi, al momento non sono però state scartate altre ipotesi come quella di un gesto premeditato dovuto a dissidi di altra natura. Si tende comunque ad escludere la possibilità che siano implicati gruppi criminali organizzati. Questo episodio è avvenuto solo due notti dopo che Elena L.G., una ragazza con doppia cittadinanza italiana e spagnola di 21 anni, e il suo fidanzato, un 26enne di origini marocchine, sono state ritrovati senza vita dopo essere precipitati dal balcone di un hotel di Ibiza. L'ipotesi principale della polizia è che si sia trattato di un caso di femminicidio-suicidio. La giovane era nata a Cartagena, in Spagna, ma aveva la residenza a Milano.

Ultimo aggiornamento: 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA