Myanmar, tribunale militare condanna due giornalisti a due anni di carcere

Giovedì 3 Giugno 2021
Myanmar, tribunale militare condanna due giornalisti a due anni di carcere

Un tribunale militare nel Myanmar, nella città meridionale di Myeik, ha condannato due giornalisti a due anni di carcere per aver scritto delle proteste contro la giunta. Nei loro confronti era stata formalizzata l'accusa di sedizione, un capo d'accusa fino a ora dimenticato che risale ai tempi coloniali. Aung Kyaw, reporter della Voce democratica della Birmania (Dvb) e Zaw Zaw, collaboratore del portale Mizzima News avevano seguito le proteste contro il golpe militare dello scorso febbraio fino a quando non sono stati arrestati il mese scorso. Lo scorso maggio era stato condannato un altro giornalista di Dvb, Min Nyo, sempre con l'accusa di sedizione ripescata dal codice penale per la prima volta nei suoi confronti, a tre anni di carcere.

Birmania, giornalista giapponese accusato di diffondere fake news: rischia tre anni di carcere

Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 10:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA