Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fusako Shigebonu scarcerata dopo 20 anni: "L'imperatrice del terrore" fondò l'Armata rossa giapponese

«Risale a mezzo secolo fa, ma la nostra lotta, inclusa la presa di ostaggi, ha causato sofferenza a persone innocenti. Mi scuso»

Sabato 28 Maggio 2022
Fusako Shigebonu, scarcerata dopo 20 anni "l'imperatrice del terrore": fondò l'armata rossa giapponese
1

Fusako Shigenobu, la fondatrice dell'Armata rossa giapponese (Jra), un movimento che seminava terrore negli anni '70 e '80 in nome della causa palestinese, è stata rilasciata oggi dopo aver scontato una pena detentiva di 20 anni in Giappone. Quella che oggi ha 76 anni e che un tempo era soprannominata la "Regina rossa" o "L'imperatrice del terrore", era stata arrestata nel 2000 nel suo paese natale dove era tornata illegalmente dopo aver vissuto per trent'anni nel Vicino Oriente. Aveva proclamato lo scioglimento della Jra dalla sua cella nel 2001.

La Shigenobu ha lasciato la prigione dove era detenuta a Tokyo in un'auto nera con sua figlia. Erano presenti una trentina di suoi sostenitori, con uno striscione con la scritta "We love Fusako", oltre a un centinaio di giornalisti. «Risale a mezzo secolo fa, ma la nostra lotta, inclusa la presa di ostaggi, ha causato sofferenza a persone innocenti», ha detto la Shigenobu pochi minuti dopo. «Mi scuso» per questo, ha aggiunto.

 

Chi è Fusako Shigebonu

Questa figura di estrema sinistra che sosteneva la rivoluzione mondiale attraverso la lotta armata è stata condannata nel 2006 in Giappone a vent'anni di reclusione per aver organizzato una presa di ostaggi presso l'ambasciata francese nei Paesi Bassi nel 1974, durata cento ore. Diversi agenti di polizia rimasero feriti e la Francia fu costretta a rilasciare un membro della Jra.

Ultimo aggiornamento: 13:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci