Esther, la travel blogger scomparsa sui Pirenei da tre settimane. L'ultimo sms al fidanzato: «Sono con uno sconosciuto»

Venerdì 4 Dicembre 2020 di Nico Riva
esther_scomparsa_pirenei
1

Esther ha 37 anni, è una travel blogger e dal 2014 gira l’Europa in camper insieme al suo compagno Dan e ai loro cinque cani. Una vita da sogno che ora rischia di trasformarsi in un incubo.

 


Esther Dingley, infatti, è svanita nel nulla sui Pirenei da quasi due settimane. L’ultimo contatto con il compagno Dan Colegate risale al 22 novembre, quando la ragazza gli ha inviato su WhatsApp un selfie sorridente fra le montagne. Da quel momento, silenzio assoluto. La donna, originaria di Durham (Inghilterra), era partita da Benasque (in Spagna) per un trekking in solitaria di un mese. Durante il viaggio ha continuato ad aggiornare il suo blog e il fidanzato. Mercoledì 25 novembre avrebbe dovuto far ritorno con il loro camper a Gascony, in Francia, dove l’attendeva Dan, suo compagno da 18 anni. Ma Esther non è mai arrivata. Un mistero.
Avviate subito le ricerche, finora niente: un buco nell’acqua, la polizia sta battendo diverse piste oltre quella dell’incidente in montagna, anche perché il 19 novembre la ragazza avrebbe accettato un passaggio da un altro escursionista sconosciuto. Un uomo di cui non si sa molto, anzi nulla. Più passano le ore, più cresce l’apprensione di Dan, precipitatosi a Pic de Sauvegarde, al confine tra Francia e Spagna, ovvero nella zona dell’ultimo avvistamento. Dan in fondo è l’ultima speranza per attivare una sorta di “Chi l’ha visto?” per Esther: aggiorna gli oltre 6 mila followers della loro pagina di viaggi, chiede anche la minima informazione. La vicenda ricorda quella di Simon Gautier, escursionista francese di 27 anni che la scorsa estate tenne tutti col fiato sospeso per dieci giorni quando scomparve nel Salernitano. Simon perse tragicamente la vita. 
Invece per Esther arde ancora la speranza che sia viva. E Dan ricorda che, a causa di una brutta infezione per un’operazione chirurgica, è stato lui quello che ha rischiato di morire. 

 


Quello spavento spinse la coppia a seguire il richiamo della strada, come novelli Kerouac. Un percorso incantato che li ha portati dalle Alpi al Nilo, e a «vivere il momento, apprezzare le piccole cose della vita e condividere ciò che ci dà ispirazione». Ora invece c’è solo ansia, anzi tanta paura.
riproduzione riservata ®

Ultimo aggiornamento: 19:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA