Russia, esplosione nel laboratorio dei virus letali: paura per fiale di antrace, ebola e vaiolo

PER APPROFONDIRE: esplosione, gas, russia, virus
Russia, esplosione nel laboratorio dei virus letali: paura per fiale di antrace, ebola e vaiolo
Un'esplosione ha avuto luogo nel Centro di ricerca statale di virologia e biotecnologia Vector, situato a Koltsovo, nella regione di Novosibirsk, famoso per ospitare campioni di virus letali come antrace, ebola e vaiolo. L'incidente, assicurano le autorità, è avvenuto al quinto piano di un edificio dove non sono presenti sostanze pericolose. «L'incendio è stato prontamente spento e non vi è alcuna minaccia per la popolazione», ha detto il servizio stampa del Ministero delle Emergenze. «L'incendio è stato localizzato in un'area di 30 metri quadrati». Secondo una fonte di Interfax è stato causato dallo scoppio «di una bombola di gas durante i lavori di riparazione nella sala d'ispezione sanitaria di uno degli edifici del laboratorio». Un uomo è rimasto ferito ed è stato ricoverato in ospedale con ustioni di terzo grado. Il centro Vector, istituito nel 1974, era in epoca sovietica un istituto 'off-limits' e guidava lo sviluppo di vaccini nonché la ricerca per la protezione contro le armi batteriologiche e biologiche.

LEGGI ANCHE --> Petrolio, Unione Petrolifera: "Impatto limitato attacchi Arabia nel breve"
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Settembre 2019, 17:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Russia, esplosione nel laboratorio dei virus letali: paura per fiale di antrace, ebola e vaiolo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2019-09-18 15:57:36
Nel film "Cassandra Crossing" diretto da George Pan Cosmatos nel 1976, erano invece dei terroristi (e non l'esplosione di una bombola di gas) ad infiltrarsi dentro l'OMS a Ginevra per portare a termine un attentato. In uno dei laboratori, un grande contenitore di vetro contenente del liquido biologico virale andava in frantumi accidentalmente colpito durante il conflitto a fuoco tra terroristi e guardie della sicurezza. Fantapolitica era il termine allora coniato per descrivere situazioni del genere (la produzione di virus letali); infatti la pellicola era tratta da un romanzo. Oggi non penso che quel termine sia ancora appropriato. La realtà adesso supera la fantasia romanzesca.
2019-09-19 08:09:50
film bellissimo, me lo ricordo bene.
2019-09-19 10:47:09
Lo ricordo anch'io!!! Non benissimo ma ricordo un treno su un ponte. No?
2019-09-19 19:32:27
.. Sì, con attori affermati.. Sophia Loren, George Harris e altri. Poi il ruolo principale di quell'odioso colonnello Mackenzie.. interpretato da Burt Lancaster (grande). Forse già in quegli anni vi era un tentativo di aprire gli occhi alla gente per far capire cos'è (anche) il sistema-potere. Qui nello specifico fatto c'è da augurarsi che tutto sia rimasto confinato a Koltsovo..
2019-09-19 20:13:53
Grazie Fenoldi. Sulla speranza che lei esprime, sa...non lo sapremo mai.