Covid, in Venezuela muore in cella l'ex generale di Chevez: Baduel considerato prigioniero politico da opposizione

Mercoledì 13 Ottobre 2021
Covid, in Venezuela muore in cella l'ex generale di Chevez: Baduel considerato prigioniero politico da opposizione

Il Covid uccide in cella il generale ministro di Chevez. L'ex generale venezuelano Raúl Isaas Baduel, che fu ministro della Difesa del defunto presidente venezuelano Hugo Chávez, ed era considerato "prigioniero politico" dall'opposizione, è morto ieri di Covid-19 in carcere. Lo ha reso noto a Caracas il procuratore generale, Tarek William Saab. «Ci rammarichiamo per la morte Baduel a causa di un arresto cardiorespiratorio causato da Covid-19 - ha sostenuto attraverso le reti sociali - mentre si trovava sotto terapia medica». Saab ha aggiunto che l'ex alto ufficiale aveva ricevuto la prima dose di vaccino contro il coronavirus. Baduel, 66 anni, è morto mentre scontava una lunga pena detentiva legata ad una accusa di "corruzione" e "appropriazione indebita" risalente all'epoca della sua attività ministeriale.

Vaccini, Colombia autorizza test siero anti Covid di Inovio. In corso gli studi di fase 3 di Innovate

 

Per sei anni è stato rinchiuso nel carcere militare di Ramo Verde, a Los Teques, alla periferia di Caracas fino a quando, nel 2015, ha ottenuto gli arresti domiciliari. L'anno successivo però, era tornato in carcere dopo essere stato condannato per aver violato la libertà vigilata. La moglie dell'ex generale, Cruz Zambrano de Baduel, ha dichiarato alla tv online Evtv di «avere appreso del decesso del marito», di «non aver ricevuto nessuna comunicazione ufficiale dalle autorità venezuelane», e di «non credere che il suo decesso fosse legato al Covid-19». 

Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre, 10:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA