Covid, muore dopo essere stato rifiutato da 43 ospedali sovraccarichi: «Terapie intensive piene per il virus»

Lunedì 13 Settembre 2021
Covid, muore dopo essere stato rifiutato da 43 ospedali sovraccarichi: «Terapie intensive piene per il virus»

Rifiutato da 43 ospedali sovraccarichi a causa del Covid, un antiquario dell'Alabama è morto per un'emergenza cardiaca. È successo nel sud degli Usa, dove i tassi di vaccinazione sono molto bassi e trovare un letto in rianimazione è molto difficile. E come ha raccontato ai media la famiglia dell'uomo di 73 anni, l'ospedale nella sua città natale di Cullman ha contattato altre 43 strutture in tre stati, e tutti non sono stati in grado di dargli le cure di cui aveva bisogno. Alla fine DeMonia è stato trasferito in un ospedale del Mississippi, a oltre 300 km da casa, dove è morto il 1 settembre.

Kathleen Osborne, incinta a 28 anni scopre di avere il cancro e si fa amputare la gamba per partorire: «Sono felice di averlo fatto»

Covid, marito e moglie non vaccinati morti in due settimane: lasciano 5 figli di cui uno appena nato

L'appello della famiglia

«In onore di Ray, per favore vaccinatevi se non lo avete fatto, in modo da liberare risorse per le emergenze non legate al Covid - ha scritto la famiglia - Non vorremmo che nessun altro passasse quello abbiamo passato noi». La figlia del 73enne ha detto che il padre era stato vaccinato contro il Covid. Secondo il Washington Post ora le vaccinazioni sono in aumento in Alabama, ma con solo il 40% dei residenti completamente immunizzati, lo stato è ancora al quarto tasso di vaccinazione più basso degli Usa, dopo Idaho, West Virginia e Wyoming.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 16:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA