Covid Londra, la metro è in crisi: gli inglesi non tornano sui mezzi pubblici

Martedì 18 Maggio 2021
Covid Londra, la metro è in crisi: gli inglesi non tornano sui mezzi pubblici

The Tube è in crisi. Sì, anche la storica metropolitana di Londra ha risentito (e continua a farlo) della crisi dovuta al Covid. I passeggeri di quest'anno sono stati pochissimi, complici i mesi di lockdown che hanno costretto in casa milioni di inglesi, così la Transport for London (TfL, è la società che gestisce il trasporto pubblico di metropolitana e autobus) ha chiesto e ottenuto un'altra proroga fino al 28 maggio per il suo salvataggio.

Variante indiana, il Regno Unito trema: casi raddoppiati. E accelera sui vaccini anche ai giovani

Anche dopo l'allentamento delle misure anti-Covid, i passeggeri continuano a essere pochi: gli ultimi dati del Dipartimento per i trasporti mostrano che il numero di passeggeri sui servizi di metropolitana e autobus nella capitale britannica la scorsa settimana erano rispettivamente al 35% e al 60% dei livelli pre-pandemia. Il crollo del numero di persone che hanno preso i mezzi pubblici in questo anno ha decimato le finanze di TfL, portandola a chiedere finanziamenti governativi per mantenere i servizi in funzione.

Ultimo aggiornamento: 19 Maggio, 09:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA