Coronavirus, rave da diecimila persone in Francia: è allarme contagi

Lunedì 10 Agosto 2020
foto

Un rave da oltre 10mila persone che va avanti da tre giorni: in Francia, a Lozere, il rave party non autorizzato è diventato una potenziale bomba per i contagi da coronavirus e, mentre l'evento volge al termine, le autorità sanitarie stanno tentando di allestire dei posti di controllo nel tentativo di evitare il peggio. La festa era iniziata sabato sera e si è protratta fino a questa sera, in una regione rurale finora a basso tasso di contagi.

Coronavirus Italia, il bollettino: 259 nuovi casi (-204 rispetto a ieri) e 4 morti. Emilia e Lazio le regioni con più contagi
Coronavirus, inaspettato crollo dei casi di morbillo durante la pandemia: dati più bassi dal 2010

Col favore del buio, centinaia di veicoli si erano concentrati nel cuore del Parco nazionale di Cevennes, contravvenendo alle norme in vigore, che vietano le manifestazioni e gli eventi con più di cinquemila persone. Inutile il tentativo dei gendarmi, giunti domenica mattina sul posto, di contenere l'affluenza. Nella zona sono presenti anche semplici turisti. Le partenze sono iniziate questa mattina ma sul posto restavano quasi cinquemila persone, alcune delle quali non in grado di guidare per la stanchezza, l'alcol o gli stupefacenti.

Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 18:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA