La Corea del Nord, in grave crisi alimentare, chiede letteralmente ai cittadini di «mangiare meno»

Chiuse le frontiere con la Cina, il Paese potrebbe uscire dall'emergenza post-Covid solo nel 2025

Giovedì 28 Ottobre 2021
La Corea del Nord, in grave crisi alimentare, chiede letteralmente ai cittadini di «mangiare meno»
2

La Corea del Nord dall'inizio della pandemia Covid (quindi da inizio 2020) ha chiuso le frontiere e vietato tutte le importazioni di merci dalla Cina, ma oggi si trova alle prese con una grave carenza di generi alimentari. Le autorità hanno avvertito la popolazione di prepararsi a una situazione economica peggiore di Arduous March, il nome coreano della carestia 1994-1998 che secondo varie stime uccise milioni di persone.

Viaggi a Natale, dove si potrà andare? Da Londra alla montagna (e alle Maldive) regole e restrizioni

Emergenza cibo sino al 2025

Radio Free Asia (RFA) ha contattato fonti anonime in Corea del Nord che parlano di “grave emergenza”. «Le autorità hanno comunicato che la possibilità di riaprire le dogane tra Corea del Nord e Cina prima del 2025 era molto ridotta. Ma la situazione alimentare già in questo momento - sottolineano le fonti citate dal britannico Express - è un'emergenza e le persone stanno lottando con la carestia. Quando Kim Jong Un dice che i coreani devono consumare meno cibo fino al 2025 questi non fanno altro che provare una grande disperazione. Alcuni dei residenti dicono che la situazione in questo momento è così grave che non sanno nemmeno se potranno sopravvivere al prossimo inverno».

La zanzara coreana dilaga nel Nord Italia: non teme il freddo (e potrebbe veicolare malattie)

Un altro residente di Hoeyrong, città di confine nord-orientale di 150.000 persone, afferma anche che i nordcoreani nutrono sospetti su Kim Jung Un riguardo alla pandemia: «I coreani stanno già lottando per tirare avanti, hanno già stretto la cinghia il più possibile e si risentono per le richieste irrealistiche delle autorità, chiedendosi quanto più forte potrebbero stringere la cinghia». Uno dei messaggi chiave del leader Kim Jong Un all'ottavo congresso del Partito dei lavoratori a gennaio era che il paese avrebbe ridotto la dipendenza dalle importazioni. La Nord Corea sta anche subendo sanzioni internazionali derivanti dal suo programma nucleare.

 

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 17:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA